Genoa-Fiorentina, Ballardini: "100 panchine? Tutte speciali, ma con la Viola sarà dura"

Serie A

L'allenatore rossoblù celebra il traguardo raggiunto, ma avverte i suoi sulla sfida di sabato: "Sono felice, ma sono successe talmente tante cose in questi anni che fatico a ricordare una sola partita. Contro la Fiorentina sarà difficilissima, affronteremo una realtà importante. Io bravo a subentrare? A inizio stagione ho fatto il record di punti degli ultimi anni..."

100 panchine da allenatore del Genoa, un traguardo importante che Davide Ballardini taglierà nella gara di sabato contro la Fiorentina. Un viaggio di andata e ritorno percorso molte volte (quella in corso è la quarta esperienza di Ballardini in rossoblù), che fanno però dell'attuale allenatore uno dei più amati dalla tifoseria genoana. Soddisfazione per il traguardo raggiunto, ma anche tanta concentrazione sul match contro la Fiorentina, come lo stesso Ballardini ha raccontato ai microfoni di Sky Sport: "Sono felice. E' un'emozione forte, come in ogni partita, e spero che lo stesso sia da qui in avanti. Una partita che porto nel cuore di queste 100? Ce ne sono tante, sono successe talmente tante cose da quando sono arrivato per la prima volta al Genoa che fatico a ricordarne una in particolare. La centesima panchina contro la Fiorentina la immagino difficilissima, come del resto lo sono tutte le partite del nostro campionato, questo è anche il bello della Serie A".

"Io bravo a subentrare? Anche a inizio stagione..."

approfondimento

Chi è migliorato (e peggiorato) di più in Serie A?

Ballardini che ha letteralmente rivoltato la squadra, prendendola prima della sosta natalizia al penultimo posto a quota 9 punti e portandola in poco più di tre mesi alla tredicesima posizione attuale a +9 sulla zona retrocessione. Grande lavoro da subentrante, come spesso gli è accaduto in passato, ma anche una puntualizzazione sui risultati ottenuti da inizio stagione: "Ho iniziato la stagione al Genoa una sola volta (stagione 2018-2019, ndr) ed è stata la miglior partenza degli ultimi 10/20 anni in Serie A. In 7 partite avevamo fatto 12 punti e quindi si parla spesso di subentro, ma parlerei anche di inizio di stagione. La Fiorentina, a parte il cambio dell'allenatore, è una realtà molto importante con una rosa di qualità. Abbiamo visto le recenti partite dei viola e anche quelle con Iachini in panchina".

"Nazionale? Contento a metà di avere avuto i miei a disposizione"

leggi anche

Serie A, le curiosità della 29^ giornata

Lavoro di Ballardini che potrebbe ripercuotersi anche sulle eventuali convocazioni di Mancini in vista dell'Europeo. Per il momento però alcuni papabili per una maglia azzurra (come Perin e Zappacosta) sono rimasti a Pegli ad allenarsi con il Genoa, per quella che Ballardini considera una buona notizia soltanto in parte: "Sono contento di averli avuti a disposizione, ma dall'altra parte c'è anche un po' di dispiacere. Io alleno il Genoa e sono molto legato ai miei giocatori. Scamacca e Destro? Siamo contenti, perchè prima di tutto abbiamo dei ragazzi seri, che si impegnano molto. Poi hanno grandi qualità, è una fortuna per il Genoa avere giocatori così bravi e capaci".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.