Pirlo prima di Juventus-Napoli: "Incontro Agnelli-Allegri? Sapevo tutto"

Juventus

L’allenatore della Juve alla vigilia della gara col Napoli: "Il presidente in persona mi aveva detto dell’incontro con Allegri, ho la sua fiducia e quella della squadra. Non mi aspettavo un anno così difficile, sta a me meritare la conferma. Contro Gattuso non è decisiva"

JUVENTUS-NAPOLI LIVE

La sfida col Napoli è un crocevia fondamentale nella stagione della Juventus, che deve vincere per tenere a distanza una diretta rivale per un posto in Champions League. Andrea Pirlo ha presentato così la gara in conferenza stampa: "Sarà una partita importante per la classifica, il Napoli sta vivendo un buon momento. Noi vogliamo fare punti, mi aspetto una gara aperta. Sento grande fiducia da parte della squadra, i giocatori mi seguono e sono i primi ad essere tristi per la situazione. Non mi aspettavo un anno così complicato tra partite e infortuni. C'è stato un accumularsi di impegni che l'hanno resa una stagione da non ripetere. Ripartiremo da tutte le cose che mi hanno fatto crescere". Negli scorsi giorni c’è stato un incontro tra il presidente Andrea Agnelli e Massimiliano Allegri, ex allenatore bianconero a Forte dei Marmi, notizia riportata per primo da Tony Damascelli su "Il Giornale" di domenica scorsa, e confermata dunque dalle parole di Pirlo che non si è detto preoccupato per il futuro: "Non c'è nessuna presa di posizione, sono stato avvertito dal presidente in persona dell'incontro con Allegri. Il calcio è una cosa, l'amicizia ne è un'altra. Ho un rapporto quotidiano con Agnelli, ci diciamo ogni cosa che succede. Sapevo di questo incontro e so di avere la sua fiducia, poi ovviamente sta a me dimostrare di poter essere l'allenatore anche per la prossima stagione".

"Rispettiamo il protocollo, in campo col Napoli"

leggi anche

Bernardeschi positivo, Demiral torna negativo

"Noi rispettiamo il protocollo, siamo in sintonia con ciò che dice l'Asl: faremo quello che abbiamo sempre fatto, ci presenteremo e giocheremo": questa la posizione di Pirlo e della Juventus dopo i tre casi di positività al Covid riscontrati tra i bianconeri: Bernardeschi, Bonucci e Demiral. Il direttore della Asl di Torino, Carlo Picco ha ribadito come la gara al momento non sia a rischio "non essendoci un focolaio" ma solo dei casi di positività subito isolati. La partita, originariamente in programma il 4 ottobre, non si era giocata a seguito della positività di due giocatori del Napoli dopo la partita con il Genoa colpito da un focolaio di Covid. Il Napoli, su indicazione dell'Asl locale, non si era presentato a Torino.

"Gioca Szczesny, Dybala è pronto"

approfondimento

Morata e Mertens, la punta è il miglior assist-man

L’allenatore quindi ha anticipato qualcosa sulla formazione che scenderà in campo contro il Napoli. "Giocherà Szczesny perché dopo una prestazione negativa c'è sempre voglia di riscatto. Cuadrado potrebbe essere schierato alto o basso. Dybala sta bene, si è allenato in gruppo e torna a disposizione, sperando che sia pronto a scendere in campo. Non ha i 90 minuti nelle gambe, però è già tanto averlo. Ho parlato con Kulusevski, l'ho rassicurato, gli errori possono capitare: bisogna rialzare la testa. Non siamo preoccupati per Morata, è importante anche nello sviluppo del gioco" ha osservato Pirlo

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.