Juventus, Capello a Sky Calcio Club: "Poche idee e tanta confusione sin dall'inizio"

il parere

L'ex allenatore di Juventus e Milan ha analizzato nello studio di Sky Calcio Club la pesante sconfitta dei bianconeri: "Tracollo imbarazzante di una squadra senza idee. C'è stata confusione sin dall'inizio, prima si è partiti con un progetto tattico, poi si è cambiato. I giocatori hanno capito che l'allenatore non ha le idee chiare e fanno fatica a seguirlo"

JUVENTUS-MILAN 0-3, GOL E HIGHLIGHTS

La Juventus perde 3-0 in casa contro il Milan e adesso rischia seriamente di non qualificarsi alla prossima Champions League. Un risultato che sarebbe frutto di una stagione complicata sin dalle sue prime battute e che potrebbe portare a una rivoluzione in casa bianconera in vista dell'anno prossimo. Problemi che Fabio Capello ha analizzato così nello studio di Sky Calcio Club: "I problemi della Juventus sono prima di tutto a centrocampo. Davanti c'è stato un momento della stagione in cui è stato Chiesa a trascinare la squadra, contro il Milan rientrava da un infortunio, ci si aspettava di più ed è stato fermato molto bene. Cristiano Ronaldo in questo modo non è mai stato servito, Chiellini è stato l'unico che ha dato un paio di palle filtranti. Ma non è possibile che sia Chiellini l'uomo fondamentale a centrocampo, questa è una cosa gravissima. Ma partirei da lontano, c'è stata una confusione sin dall'inizio: si è partiti con una difesa a 3, con un calcio basato sul possesso palla e con poche verticalizzazioni. Poi Pirlo ha cercato di cambiare e sono andati tutti in confusione. I giocatori sentono che l'allenatore non ha le idee chiare, annusano la situazione e fanno fatica a seguirlo. C'è bisogno di una direzione chiara per migliorare, ma se si cambia tutte le volte non si migliora".

"Juve imbarazzante, tracollo contro il Milan"

leggi anche

Pirlo: "Finché mi sarà consentito vado avanti"

La sconfitta contro il Milan ha accentuato ancora di più le mancanze della formazione bianconera. Basti pensare che Andrea Pirlo è diventato il primo allenatore nella storia della Juventus a perdere 3-0 in casa per due volte nella stessa stagione (era già accaduto a dicembre contro la Fiorentina e nei precedenti 92 campionati di Serie A, la Juve aveva perso soltanto 8 volte con questo risultato). Capello ha proseguito la sua analisi, soffermandosi sul match con i rossoneri: "E' stato un tracollo, imbarazzante quello che si è visto da parte della Juventus contro il Milan. Nel primo tempo non è esistita, sembrava la stessa squadra di Udine, senza idee contro un Milan che ha fatto la sua parte, ma senza fare cose veramente difficili. La Juventus è partita aspettando, poi ha cercato il pressing ma senza aggressività e non riusciva mai a recuperare il pallone. Nel primo tempo c'è stata una quantità enorme di passaggi sbagliati, vedendo la partita, ci siamo chiesti 'Ma queste sono squadre da Superlega?'. Il secondo tempo è stato un po' migliore, i gol del Milan hanno sbloccato la partita, la Juve si è svegliata dopo il rigore sbagliato da Kessiè, però troppo poco. Donnarumma ha fatto una sola parata".