Milan-Nizza, Giroud subito in gol all'esordio: l'amichevole finisce 1-1

highlights
©Getty

L'attaccante francese subito protagonista con un gol di testa pochi minuti dopo il suo esordio in rossonero. Sua la rete del definitivo 1-1, dopo che i francesi erano andati in vantaggio con Gouiri su rigore sempre nella ripresa

MILAN-NIZZA: 1-1

58' rig. Gouiri (N), 65' Giroud (M)

 

MILAN (4-2-3-1): Maignan (1' st Tătăruşanu); Calabria (1' st Gabbia), Tomori (25' st Conti), Romagnoli (25' st Caldara), Hernández (15' st Ballo-Touré); Pobega (15' st Maldini), Tonali (41' st Di Gesù); Saelemaekers (15' st Castillejo), Díaz (25' st Rebić), Krunić; Leão (15' st Giroud). A disp.: Robotti. Allenatore: Pioli.

 

NIZZA (4-2-4): Benitez; Atal (25' st Lotomba), Todibo, Dante (25' st Daniliuc), Kamara; Rosario (34' st Smith), Thuram; Kluivert (1' st Maolida), Gouiri (39' st Amraoui), Da Cunha (25' st Lemina), Ndoje. A disp.: Boulhendi; Trouillet, Parsemain. Allenatore: Galtier.

 

Termina con il risultato di 1-1 l’amichevole fino a questo momento più impegnativa del pre-campionato rossonero. Gara abbastanza equilibrata, anche se è il Nizza – squadra più avanti nella preparazione – ad andare vicino al gol con Gouiri che colpisce il palo su punizione nella prima frazione di gioco. Poi è proprio lui a portare avanti i francesi su rigore al 58’, ma per il Milan i sorrisi arrivano tutti da Olivier Giroud, autore del gol del pareggio – e di tanta presenza in area, quella che è mancata nel primo tempo con Leao – pochi minuti dopo l’esordio assoluto con il Milan. Tra le note positive per Pioli anche l’ottima prova di Alessio Romagnoli, buoni spunti anche da Diaz specialmente nel primo tempo.

Bene Diaz, ma il Nizza è più pericoloso

approfondimento

Giroud sfida il tabù della maglia numero 9

Pioli schiera Maignan in porta e ritrova Calabria a destra, al centro Tomori fa coppia con Romagnoli, a sinistra Theo Hernandez. A centrocampo, dove è indisponibile Bennacer causa Covid, c’è Pobega con Tonali. Nel trio di trequartisti spazio a Saelemaekers a destra, Brahim Diaz al centro e Krunic a sinistra; in avanti Leao, che però parte quasi sempre dalla sinistra, invertendo spesso i ruoli proprio con Krunic. Inizio dalla panchina dunque per Giroud. Gara equilibrata, con il Nizza che manovra meglio dei rossoneri, che hanno in Brahim Diaz l’uomo più ispirato, almeno nel primo tempo. Proprio su un fallo sullo spagnolo – diversi gli interventi duri nel corso della gara – nasce la punizione dal limite che Theo Hernandez calcia fuori di poco. Ancora più pericoloso il Nizza, sempre su punizione, al 23’ con Gouiri che colpisce il palo alla sinistra di Maignan. Al 32’ grande chiusura di Romagnoli nell’area piccola, tre minuti più tardi le proteste dei rossoneri per un contatto in area su Leao, autore di un buono spunto sulla sinistra: l’arbitro però, nonostante le proteste, non concede il rigore.

Giroud subito in gol

vedi anche

Giroud parla milanese: l'auto intervista da ridere

Le novità di formazione rossonere a inizio ripresa riguardano il portiere, con Tatarusanu che prende il posto di Maignan, e il terzino destro, con Gabbia che subentra a Calabria. Al 56’ l’arbitro punisce un intervento di Krunic in area e assegna il rigore al Nizza, che Gouiri trasforma portando avanti i francesi. Tra i cambi operati da Pioli, spazio per i nuovi Fodé Ballo-Touré e Olivier Giroud (al 61’ al posto di uno spento Leao), al suo esordio assoluto con la maglia del Milan. E proprio il francese ex Chelsea, alla prima palla toccata, ad andare in gol con un bel colpo di testa su calcio di punizione battuto da Castillejo, anche lui in campo da pochissimo. Al 65’ il risultato torna in parità. Tante le sostituzioni da una parte e dell’altra, tra i rossoneri spazio anche per Rebic e Caldara. Nessuna emozione nel finale, con il match che si conclude sul risultato di 1-1.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche