Torino-Atalanta, Gasperini: "Mercato strano, per me Zapata resta"

Serie A

L'allenatore nerazzurro alla vigilia dell'esordio in Serie A: "Non c'è nessuna asticella da alzare, io sono felice così e ripetersi non è scontato". Su Zapata: "Questo è un mercato strano, ma per me resta. Ilicic voleva andare via, ma se sta bene gioca"

TORINO-ATALANTA LIVE

"Il campionato inizia domani e noi ci faremo trovare pronti. Alzare l'asticella dopo i piazzamenti Champions degli ultimi anni? Alzatela voi. Io sono molto felice così. Io non voglio togliere i sogni a nessuno, ma non è che devo farlo io. Non è così scontato ripetersi, per noi è come aver vinto degli scudetti". Parla così Gian Piero Gasperini nella conferenza stampa di vigilia della gara contro il Torino che aprirà il campionato della sua squadra. "Io non parto con l'Atalanta che deve vincere il campionato, per me è così. Sappiamo delle difficoltà che ci sono in questa Serie A. Sono contento che possiamo ripartire così, nonostante preparazione a singhiozzo per l'arrivo di giocatori in momenti diversi, ma abbiamo situazioni di campo che sono ormai consolidate", ha ammesso l’allenatore dell’Atalanta.

"Questo è un mercato strano, può succedere di tutto"

leggi anche

Calciomercato, news e trattative del 20 agosto

"Se il calciomercato ancora aperto crea problemi o rappresenta un’opportunità? Entrambe le cose, il fatto di avere due giornate col mercato aperto può succedere di tutto, non è la cosa migliore ma è così", ha affermato Gasperini. Che ha poi risposto così a una domanda sulla permanenza o meno di Zapata, obiettivo dell’Inter: "Penso che Zapata resti all'Atalanta, ma è un'opinione come un'altra, come quella di chi lo vorrebbe in partenza per l'Inter. Questo è un mercato strano, pochi movimenti, niente scambi e uscite a sorpresa come quella di Romero, che l’ad Luca Percassi è stato bravissimo a sostituire subito con Demiral". Gasp che fa il punto anche sugli eventuali movimenti in entrata dell’Atalanta: "Se capita un'occasione di rinforzare un ruolo, come con Musso, benissimo. Ci sono tante situazioni interessanti aperte: io parlo col club e il club fa le trattative. Thorsby? Non so, non do notizie alla stampa: ci sono ottimi profili in ballo, ma lavoro con quel che ho".

"Ilicic voleva andare via, ma se sta bene gioca"

leggi anche

Idea Thorsby per l'Atalanta: si tratta con la Samp

Gasperini torna a parlare di Ilicic e del suo futuro: "Voleva andar via, ma in ritiro si è allenato benissimo. Non l'abbiamo portato a Londra col West Ham per preservarlo nella previsione che fosse in partenza, poi è rimasto ha giocato le altre amichevoli. Se sta bene gioca, io faccio solo scelte tecniche. Poi c’è chi ci ricama inventandosi questioni di feeling che non ci sarebbe più". Sulla rosa che ha a disposizione e sui giovani da aggregare in Prima squadra: "L'Atalanta non è fatta di 16 giocatori, ce ne sono 20-21 con un nucleo determinante di 16-17 più i tre portieri: io ho sempre pensato che una società come la nostra dovesse avere 4-5 giovani del settore giovanile alla Bastoni, Barrow, Kukusevski e Diallo. Quest'anno c’è Scalvini che ha 17 anni e già fa vedere cose notevoli: il nuovo Bastoni potrebbe essere lui". Per concludere, Gasperini ha parlato così del Torino, avversario all’esordio, e sul ritorno parziale dei tifosi sugli spalti: "Sarà una gara difficile, Juric è l’allenatore giusto per rilanciare una piazza importante come quella granata. Stiamo ripartendo con gli stadi al 50% e ci auguriamo di rivedere gli stadi pieni. Il calcio è uno spettacolo e deve essere offerto alla gente".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche