Napoli-Torino, Juric: "Belotti c'è ma gli serve tempo. Dovremo giocare la gara perfetta"

VERSO NAPOLI
©LaPresse

L'allenatore del Torino fa il punto sulle condizioni del Gallo in conferenza alla vigilia della partita di Napoli: "Belotti comincia a essere disponibile. Pian piano darà il suo contributo, dopo la prossima sosta sarà quello del passato. Spalletti è il top assoluto, riesce a sfruttare al meglio tutte le potenzialità della sua squadra". E sulla sosta per le nazionali: "Lavorare così non è semplice. Giochi tanto e ti alleni poco"

NAPOLI-TORINO LIVE

"Sono contento per Belotti, comincia a essere disponibile: è un giocatore muscolare e fisico. Comincianmo a contare su di lui. Zaza è con noi, avuto un altro tipo di infortunio e ha fatto lo stesso programma del Gallo". Buone notizie per Ivan Juric alla vigilia di Napoli-Torino, partita in calendario domenica alle 18 allo stadio Diego Armando Maradona per l'ottava giornata di Serie A. L'allenatore granata annuncia recuperi importanti e fa il punto sulle condizioni dei due attaccanti: "Belotti pian piano darà il suo contributo e se tutto va bene dopo la prossima sosta sarà quello del passato. Non ce lo aspettiamo al top già ora. Chi parte in pole? Più o meno sono sullo stesso piano - replica - non abbiamo fatto amichevoli, è difficile capire le loro condizioni. Fisicamente sono alla pari, nessuno è in vantaggio". Da escludere, invece, le due punte dal 1': "Nessuno dei tre coesiste con l'altro: si può fare, ma è un calcio totalmente diverso. Per come siamo strutturati quando recupereremo tutti, la squadra andrà nella direzione dei due trequartisti".

"Giochi tanto e ti alleni poco, così non è facile"

approfondimento

Fantacalcio, i "campo o panca" dell' 8a giornata

In attacco tanti sono i dubbi anche sul conto di Sanabria: "Deve ancora tornare, è una problematica. Ha fatto la partita, ha viaggiato tutta la notte con il fuso orario e ora decidiamo cosa fare - spiega Juric - Rincon arriverà ancora più tardi. Io voglio alzare il livello nei particolari, ma così lavorare non è semplice. Giochi tanto e ti alleni poco, nelle due settimane di pausa praticamente non hai la squadra al completo". Sulla via del recupero è Praet ("Dovrebbe essere disponibile per la prossima partita") mentre "Linetty è disponibile". Verso la panchina Izzo: "Le mie preferenze sono altre, in questo momento. Ma non è una cosa definitiva, chi vedo meglio gioca". Resta vivo il ballottaggio Ola Aina-Ansaldi: "Faccio scelte tecniche - spiega Juric - se Aina è stato scelto dal Chelsea, vuol dire che è predisposto per una grande squadra. Ha caratteristiche da giocatore importante ma deve migliorare, Ansaldi è un top player negli ultimi 30 metri. L'importante è che ci sono mentalmente, che diano il contributo a prescindere che sia dall'inizio o a gara in corso".

"Il Napoli fa gol in tanti modi. Spalletti è il top assoluto"

Di fronte ci sarà la capolista del campionato, che sin qui ha saputo solo vincere. "Hanno alzato il livello già dallo scorso campionato - è il pensiero di Juric - con Spalletti hanno sempre vinto. Hanno un equilibrio fantastico, se li attacchi alti sono velocissimi e se ti abbassi ti colpiscono con il palleggio. Serve una partita al top, speriamo vada bene". Nessun dubbio sull'atteggiamento in campo: "Il Napoli ha affrontato squadre che li aspettavano bassi e hanno preso quattro gol, chi li ha affrontati a viso aperto anche ha subìto. Spalletti è il top assoluto, riesce a sfruttare al meglio tutte le potenzialità della sua squadra. Ci sono tante difficoltà diverse in questa gara, loro riescono sempre a trovare il modo per fare gol. Dovremo fare tutto bene".

"Ko nel derby? Penso già al prossimo"

Il Torino è chiamato a ripartire dopo la sconfitta nel derby contro la Juventus prima della sosta: "Non servono reazioni scomposte -  osserva Juric -  mi spiace per i risultati, abbiamo sempre fornito prestazioni ottime e a volte è girato storto qualcosa. Dopo la partita ci hanno applaudito anche se abbiamo perso il derby per l'ennesima volta Per noi dello staff e per i ragazzi è una cosa bella. Quando ci sono i derby, io evito di caricarmi troppo per non cadere nel sentimentalismo sfrenato. Bisogna sempre essere concentrati. E sto pensando già al prossimo".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche