Sarri dopo Sampdoria-Lazio: "Bene fino all'espulsione. Allenatore? Faccio il regista tv"

lazio
©Getty

Dopo la vittoria contro la Samp, l'allenatore della Lazio ha commentato la prestazione dei suoi: "Abbiamo gestito con grande tranquillità fino all'espulsione di Milinkovic-Savic", poi ha commenato proprio quell'episodio: "L'arbitro poteva avere anche più pazienza". E su Immobile: "Aveva dolore e ha deciso di fermarsi. C'è da capire se è stiramento del collaterale o solo una botta"

LAZIO-GALATASARAY LIVE

Dopo l'importante vittoria in campionato contro la Sampdoria (3-1), l'allenatore della Lazio, Maurizio Sarri ha commentato la prestazione dei suoi ragazzi: "Dopo il primo tempo (chiuso 3-0, ndr), i primi venti minuti del secondo li abbiamo gestiti con grande tranquillità, fino all’espulsione. Poi venivamo da una partita giocata 68 ore fa: era normale lasciare qualcosa. Gli avversari da questo punto di vista avevano un vantaggio perché avevano giocato prima di noi". Sarri poi ha parlato proprio dell'episodio dell'espulsione di Milinkovic-Savic, punito dall'arbitro per una protesta accesa dopo una decisione non condivisa: "La pazienza oltre a Milinkovic-Savic l’ha persa anche Fabbri", ha detto l'allenatore biancoceleste. "Sergej all’arbitro ha detto: 'All'azione prima non hai visto un ca**o', non è che l’abbia offeso: era la verità. Mi sembra una situazione facilmente gestibile per un arbitro esperto che poteva avere molta più pazienza anche lui". 

"Non ci alleniamo mai"

leggi anche

Doppio Immobile, Samp battuta 3-1 a Marassi

Tornando all'analisi tecnico-tattica, Sarri si è concentrato soprattutto sul comportamento difensivo della sua squadra: "Eravamo ordinati e l’ordine facilita la fase difensiva. Anche giovedì, nei grandi errori fatti, ci sono stati anche spunti estremamente positivi. Il secondo tempo di giovedì era in linea col primo tempo di oggi. Subiamo troppo? Bisogna scordarsi dei risultati del calcio di qualche anno fa. Tutte le squadre subiscono più gol rispetto a prima". E soffermandosi sugli errori che spesso la difesa della Lazio concede, ha spiegato: "Non ci alleniamo mai. Facciamo un allenamento di linea al mese, se fa bene e il lavoro ci salta. Lavoriamo molto sui filmati, mi sembra di essere un regista televisivo più che un allenatore. Ma siamo ancora nella fase in cui facciamo partite di questo tipo e partite in cui ci disuniamo a livello difensivo e si fa male. A volte siamo scomposti e questo crea difficoltà di lettura. Dobbiamo trovare più ordine". 

"Immobile ha deciso di fermarsi all'intervallo"

leggi anche

Problemi al ginocchio per Immobile, fuori dopo 45'

Sarri poi ha anche parlato della situazione legata alle condizioni di Immobile, uscito a fine primo tempo dopo che aveva accusato dolore al ginocchio destro, dopo un contrasto di gioco al 23': "Ciro aveva un dolore al ginocchio alla fine del primo tempo e ha deciso di fermarsi. Dobbiamo capire se è l’effetto di un piccolo stiramento del collaterale o se è una botta. Se fosse solo un colpo, dovrebbe essere una cosa veloce da recuperare". 

"Basic può diventare un baluardo di questa squadra"

Infine, in conferenza stampa, Sarri ha voluto elogiare Toma Basic, autore di una bella prestazione questo pomeriggio: "Basic è un centrocampista che può giocare in tutti i ruoli e ha caratteristiche che si sposano bene con le nostre soluzioni. Lui è un ragazzo destinato a crescere ancora: è arrivato da poco, deve ancora imparare la lingua ma si sta adeguando bene. Mi sembra uno intelligente: credo che in futuro potrà diventare uno dei baluardi della Lazio". 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche