Fiorentina-Genoa, Italiano: "Sottil e Benassi recuperati. Vlahovic? Non è cambiato nulla"

FIORENTINA

L'allenatore viola presenta in conferenza la prossima gara di campionato contro il Genoa: "Dalla gara col Napoli in Coppa Italia ci portiamo solo cose positive, ora dobbiamo tornare a vincere davanti al nostro pubblico. Servirà concentrazione massima, contro il Torino abbiamo visto cosa succede se sbagli atteggiamento. Sottil e Benassi recuperati". Sulla situazione di Vlahovic: "Non è cambiato nulla, lui è un professionista e continua a fare il massimo"

VENEZIA-EMPOLI LIVE - FIORENTINA-GENOA LIVE

La reazione dopo il pesantissimo ko contro il Torino nell'ultimo turno è già arrivata in Coppa Italia, con il bel successo ai tempi supplementari sul campo del Napoli. Adesso la Fiorentina vuole ripartire anche in campionato: nel Monday night della 22^ giornata i viola saranno impegnati al Franchi contro il Genoa, in una sfida da affrontare con l'atteggiamento giusto, come chiarito da Vincenzo Italiano in conferenza stampa: "Da Napoli ci portiamo dietro tante cose belle, abbiamo tenuto bene il campo in dieci uomini e anche durante i tempi supplementari abbiamo dimostrato grande maturità - ha spiegato l'allenatore della Fiorentina -. Più di ogni altra cosa mi premeva ritrovare la squadra che eravamo abituati a vedere, con lo spirito giusto e l'atteggiamento che voglio. Può capitare di sbagliare una partita, ma con il Torino eravamo arrivati troppo sicuri di noi. Quello contro i granata è stato un ko che fa capire come non si debba mai abbassare la concentrazione. Ora affrontiamo il Genoa, una squadra in difficoltà che però ha giocatori di categoria che possono risolvere le partite in ogni momento. Per ottenere il massimo dovremo giocare con la stessa testa di sempre, vogliamo ripartire perché giochiamo in casa e dobbiamo tornare a vincere". Una battuta anche sul futuro allenatore rossoblù, Labbadia: "Posso dire poco di lui, so che è stato un grande centravanti. Abbiamo avuto qualche informazione su di lui da Piatek ma oltre a questo non posso dire".

"Sottil e Benassi ok, Piatek e Ikoné presto pronti. E per la porta non svelo nulla"

FIORENTINA

Ansa: inchiesta Procura Figc su frasi Commisso

Per il match contro i rossoblù Italiano avrà nuovamente a disposizione due giocatori. Da valutare anche l'impiego di Ikoné e Piatek, mentre in porta è ancora ballottaggio tra Dragowski e Terracciano: "Domani rientrano Sottil e Benassi, poi vedremo le convocazioni. Ikoné e Piatek? Sono felici di far parte della Fiorentina, lo si vede dall'impatto che hanno avuto con i compagni. Contro il Napoli entrambi sono entrati bene. Piatek lo conosciamo, speriamo che le sue qualità possano essere esaltate. Ikoné fa tante domande e ha fretta di mettersi al pari con gli altri: è intelligente e a breve sarà a regime. Chi giocherà in porta? Prima di Napoli avevo detto che avrebbe giocato Dragowski e non ha portato bene. Per domani quindi vediamo...".

"Vlahovic? Situazione sempre uguale, lui è un professionista e fa ciò che deve"

CALCIOMERCATO

Commisso: "Rinnovo Vlahovic? Sia riconoscente"

In chiusura inevitabile un pensiero sulla questione legata al futuro di Vlahovic: "Si parla da mesi di questa situazione, ma lui fa il professionista, va in campo e fa gol. La situazione è sempre la stessa e finché sarà così io risponderò allo stesso modo. Dusan è un giocatore della Fiorentina, finché sarà qui farà ciò che deve fare. Poi parleremo di altri scenari se ce ne sarà bisogno. Questa situazione inizierà a darmi fastidio se Vlahovic entrerà in campo non facendo il proprio dovere: per me non è cambiato nulla. Tutti gli allenatori che hanno un goleador sperano di averlo sempre a disposizione".