Milan, Leao: respinto il ricorso, dovrà pagare 16,5 milioni allo Sporting Lisbona. Le news

dal portogallo
©IPA/Fotogramma

La Corte d'Appello di Lisbona ha respinto il ricorso del giocatore e confermato la sanzione del TAS: Leao dovrà pagare 16,5 milioni allo Sporting Lisbona per aver risolto unilateralmente il contratto con il club, dopo le aggressioni dei tifosi al centro sportivo del maggio 2018

MILAN-JUVE LIVE

IL TABELLONE DEL MERCATO DI GENNAIO

 

Niente da fare per Leao: la Corte d'Apello di Lisbona ha respinto il ricorso presentato dall'attaccante portoghese, che si trova quindi costretto a pagare 16,5 milioni allo Sporting Lisbona per aver risolto unilaterlamente il contratto con il club poche settimane dopo l'aggressione dei tifosi al centro sportivo del maggio 2018. Una decisione che permise al Lille di acquistarlo poi a parametro zero, quando nel contratto di Leao era presente una clausola rescissoria pari a quarantacinque milioni di euro. La Corte d'Appello di Lisbona ha confermato quindi la decisione del TAS, come riporta il quotidiano 'Record'. Lo Sporting Lisbona si era dapprima rivolto alla Fifa, contestando la validità della risoluzione del contratto di Leao, per "mancanza di motivi validi" per farlo, richiedendo un risarcimento economico. La Fifa aveva respinto il ricorso, ma la situazione si è ribaltata dopo che il TAS aveva in seguito condannato il giocatore a risarcire il suo ex club. Ora la conferma della Corte d'Appello. A Leao, adesso, rimane la Corte Suprema, a cui può ancora appellarsi nella speranza di vedere revocata la sanzione. 

Cosa successe a Lisbona il 15 maggio 2018

leggi anche

Ibra: "Gigio il più forte. Fossi Mbappé andrei..."

Dopo la sconfitta subita contro il Maritimo, una cinquantina di supporters dello Sporting Lisbona avevano fatto irruzione al centro sportivo, aggredendo alcuni giocatori e l'allenatore, Jorge Jesus. La sconfitta che aveva subito lo Sporting aveva di fatto cancellato le ultime speranze di qualificazione in Champions League del club, e aveva così scaturito la rabbia dei tifosi. L'episodio spinse molti giocatori a lasciare il club, tra cui anche l'attuale portiere della Roma, Rui Patricio, che passò al Wolverhamtpon a titolo definitivo. Leao, invece, decise di risolvere unilateralmente il contratto e firmare con il Lille a costo zero.