Probabili formazioni Serie A della 37^ giornata: le news dai campi

Serie A
©Getty

Tutte le ultime direttamente dagli inviati di Sky Sport. Milan con Krunic in vantaggio e Kessié in mediana. Nell'Inter c'è Correa in pole per affiancare Lautaro. Per Insigne e Chiellini ultima gara davanti al proprio pubblico. Immobile è quasi out con Sarri che prepara due soluzioni

JUVE-LAZIO LIVE

E’ sempre questione tra milanesi ma dietro possono arrivare dei verdetti. Penultimo turno di campionato con impegno casalingo, anche se non semplicissimo, per il Milan mentre a Cagliari è sfida verità per entrambe le contendenti. Erano anni che, a 180 minuti dalla fine della stagione, in zona retrocessione non avevamo già degli “arrivederci” alla Serie A già aritmetici. Questo sarà un turno di passione per tante

Come stanno le 20 sorelle? In quanti recuperano e in quanti potrebbero essere indisponibili. Se la vostra fantastagione non è ancora finita, siamo alla fase cruciale e ogni informazione è oro: la stagione volge al termine anche per la supersquadra di Sky Sport ma ci sarà tempo per riposare. Ora, cari inviati, servono notizie e aggiornamenti. Pronti per il giro dai ritiri? Si parte

ROMA-VENEZIA, sabato ore 20:45

Roma, Mou sceglie Zaniolo

Classifica e finale di Conference League. Gli occhi dei tifosi sono puntati su questi due obiettivi. Sabato c’è il Venezia, che deve vincere per sperare ancora. In difesa assenza sicura quella dello squalificato Mancini. Al suo posto gioca Ibanez. Tra mediana e attacco qualcuno potrebbe tirare il fiato ma sappiamo che Mou non ama tantissimo il turnover. A sinistra quindi favorito Zalewski mentre in attacco è pronta la coppia Zaniolo-Abraham

Venezia, Ceccaroni operato ma è a disposizione

In settimana Ceccaroni si è sottoposto ad un intervento di pulizia dello scafoide del polso destro. Il giocatore si è rimesso subito a disposizione di Soncin e sarà abile e arruolabile per la sfida dell’Olimpico. Di buono c’è anche il rientro di Ampadu dalla squalifica. Johnsen, dopo il gol vittoria contro il Bologna, spera in una promozione che però sarebbe possibile solo con un ritorno al tridente. Opzione che forse i lagunari potrebbero utilizzare a gara in corso.

BOLOGNA-SASSUOLO, domenica ore 12:30

Bologna, più Barrow di Orso

approfondimento

Il Sassuolo si prende il derby: 3-1 al Bologna

In casa rossoblù c’è da scegliere il partner d’attacco di Arnautovic ma non solo. Piccolo dubbio anche in difesa. Theate era stato sostituito nel corso del primo tempo della sfida contro il Venezia e non è così sicuro che il belga resti favorito per un posto nella linea a tre al fianco di Medel e Soumaoro. C’è infatti anche l’opzione Bonifazi. In mediana Dominguez spera ma per ora resta ancora indietro nelle gerarchie di titolarità. In avanti il buon ingresso (con gol) di Orsolini settimana scorsa potrebbe valere la promozione ma Barrow resta ancora il favorito

Sassuolo, Traoré sì o Traoré no?

E’ il grande dubbio dell’XI titolare neroverde. Dionisi, dopo la mancata convocazione di due settimane fa, aveva utilizzato Traoré solo negli ultimi minuti della sfida contro l’Udinese. Dubbio legittimo quello che riguarda la titolarità del centrocampista ivoriano. Assenza certa invece è quella dello squalificato Kyriakopoulos. A sinistra ci sarà Rogerio mentre in difesa restano favoriti Ayhan e Ferrari anche se Ruan potrebbe ancora dire la sua. Senza (eventualmente) Traoré potremmo vedere lo stesso assetto di settimana scorsa ma dalle ultime possiamo dare l'ivoriano come titolare

NAPOLI-GENOA, domenica ore 15

Napoli, Lobotka in corsa per una maglia

Il ‘Maradona’ è pronto a salutare capitan Insigne alla sua ultima sfida casalinga in carriera. Nel tridente alle spalle di Osimhen c’è Politano che scalpita e che potrebbe seriamente contendere il posto a Lozano. Piccolo dubbio in mezzo al campo. Fabian è titolare ma al suo fianco combattono per un posto Anguissa e Lobotka con le quotazioni del secondo in netta risalita. Tutto confermato dietro con Di Lorenzo a destra e la coppia Rrahmani-Koulibaly al centro

Genoa, Gudmundsson sgomita

La sua rete aveva dato il via alla rimonta finale contro la Juventus. Ora però Gudmundsson è in lotta per un posto nell’XI titolare rossoblù in quel di Napoli. Blessin sta ancora riflettendo sulle varie opzioni: Amiri pare intoccabile al momento ma il resto è da discutere, compresa la punta centrale dato che Yeboah può ancora scalzare Destro. In difesa Criscito c’è mentre Bani resta in pole. Sturaro non è ancora al 100% e quindi con Badelj spazio nuovamente a Galdames

MILAN-ATALANTA, domenica ore 18

Milan, Kessié in mediana. Krunic sulla trequarti

Mondo Milan

Gazidis: "Due sfide dure, ma credo nei giocatori"

Nonostante la rete finale in quel di Verona, Alessandro Florenzi sarà probabilmente ancora un’opzione da usare a gara in corso. Pioli non intende modificare gli interpreti difensivi ma come sempre la scelta del trequartista centrale inciderà anche sulla coppia davanti alla difesa. Tonali non è in dubbio mentre Bennacer è legato a stretto filo con Kessié. L’ex di turno dovrebbe agire al fianco di Tonali con l'algerino dalla panchina e Krunic scelto come trequartista. A destra invece conferma per Saelemaekers

Atalanta, Zapata part time?

Gasperini ha ritrovato un po’ di elementi: in infermeria restano solamente Pezzella e Toloi. In difesa lottano per una maglia Scalvini e Palomino. Sulla trequarti anche in casa nerazzurra ci sono svariate possibilità ma molto dipenderà dalla titolarità di Zapata. Il colombiano è a disposizione ma la sensazione è che possa avere un minutaggio abbastanza limitato. Possibile quindi che o a inizio gara o durante la sfida di domenica, Gasperini adotti il doppio trequartista. Al momento c'è Koopmeiners favorito con Malinovskyi e Muriel in coppia dal primo minuto

CAGLIARI-INTER, domenica ore 20:45

Cagliari, Agostini resta a specchio?

Classifica

Inter macchina da gol, l’unica italiana oltre 100

Nell prima in quel di Salerno, Alessandro Agostini era rimasto con un iniziale difesa a tre. Il tecnico in Primavera aveva sempre utilizzato la linea a 4 ma l’indizio di settimana scorsa ci fa propendere per una continuazione del 3-5-2. In questo modo i sardi si metterebbero a specchio visto che l’Inter adotta lo stesso sistema. In difesa non si dovrebbe cambiare mentre in mediana il nome nuovo può essere quello di Marin, con Deiola che scivolerebbe in panchina. Al momento però si va verso una linea mediana uguale a quella di settimana scorsa. Sempre vivo in attacco il ballottaggio tra Keita e Pavoletti con il secondo sempre un po' più avanti nel ballottaggio

Inter, dubbio Correa-Dzeko. Bastoni torna titolare

In vista della non semplicissima sfida contro il Cagliari, Simone Inzaghi ritrova Bastoni dal primo minuto nella linea che comprende anche de Vrij e Skriniar. A destra toccherà a Dumfries mentre sul versante opposto non ci sono molti dubbi. Perisic e solo Perisic. In attacco c’è ancora qualche piccolo dubbio dato che Correa potrebbe anche spuntarla su Dzeko per affiancare Lautaro. E' il vero unico dubbio della vigilia per Inzaghi.

SAMPDORIA-FIORENTINA, lunedì ore 18:30

Sampdoria, Quagliarella resta sfavorito

Qualcuno sperava di rivederlo titolare data l’assenza di Sensi ma Giampaolo, tra le righe, ha fatto capire di non voler puntare fin dal primo minuto sulla soluzione che prevede il doppio attaccante. Anche contro la Fiorentina quindi ci sarà Caputo quale unico riferimento offensivo. Si parte quindi con il solito centrocampo molto folto con Vieira che resta nei radar della titolarità blucerchiata. Occhio alla possibile sorpresa Damsgaard ma sarebbe davvero una super sorpresa di formazione. Dietro Augello e Murru combattono per una maglia

Fiorentina, un dubbio per reparto

Manca ancora qualche tassello decisionale da parte di Vincenzo Italiano. L’XI viola che vedremo scendere in campo contro la Sampdoria prevede punti fermi ma anche ballottaggi da risolvere. Il primo è in difesa con Odriozola recuperato che però pare ancora in svantaggio su Venuti. A centrocampo c’è Amrabat squalificato. Con Torreira e Bonaventura ci sarà uno tra Duncan e Maleh ma il secondo sta pian piano recuperando posizioni. Davanti infine Sottil non è al meglio, Saponara scalpita ma deve superare nelle preferenze Ikoné

JUVENTUS-LAZIO, lunedì ore 20:45

Juventus, cambi in fascia rispetto alla Coppa

LI RICORDI?

Chi c'era nell'ultima Juve che non ha vinto nulla

I 120 minuti di Roma saranno probabilmente alla base delle scelte di Max Allegri in vista del Monday Night contro la Lazio. Stanchezza e acciacchi vanno verificati per bene e a livello di formazione titolare possiamo pensare a cambi sulle corsie esterne con De Sciglio per Danilo e Pellegrini per Alex Sandro. Al centro possibile soluzione a tre che preveda anche Locatelli o Arthur. Kean, Morata e Bernardeschi si giocano una maglia alle spalle di Vlahovic

Lazio, Immobile ce la fa?

In quel di Formello fari puntati su Ciro Immobile che al momento resta in forte dubbio. Pedro è ancora acciaccato e al massimo punta alla convocazione. In difesa Lazzari a destra e Marusic sul versante opposto. In mezzo al campo invece favorito Cataldi. Le soluzioni d’attacco prevedono l’utilizzo di Cabral come vice-Immobile anche se Sarri si tiene aperta l’opzione Felipe Anderson prima punta con l’inserimento nell’XI titolare di Luka Romero