Inter, Inzaghi: "Vittoria voluta col cuore. Di noi si parla solo delle cessioni"

Serie A

Ennesima vittoria in carriera allo scadere per Simone Inzaghi: "Ci abbiamo creduto fino alla fine, è la cosa più positiva della serata ma non possiamo ridurci a vincere al 95'. Abbiamo chiuso con 4 attaccanti, se hai la fortuna di avere Dzeko e Lukaku in area è dura per gli avversari". Poi sul mercato: "Argomento su cui non riesco a ridere: vedo tutte le altre che comprano e di noi si dice che vendiamo..."

LECCE-INTER 1-2, GOL E HIGHLIGHTS - CALCIOMERCATO, NEWS LIVE

Specialista in vittorie all'ultimo respiro, per Inzaghi non è una novità trovare il successo così, fin dai tempi della Lazio. "Una vittoria voluta con il cuore, la squadra ci ha creduto fino alla fine ed è la cosa più positiva della serata", il primo commento di Simone Inzaghi intervenendo ai microfoni di Sky al termine della partita contro il Lecce, decisa al 95' da Dumfries.

Dzeko+Lukaku, dura per gli avversari

vedi anche

Dumfries fa felice l'Inter al 95': 2-1 al Lecce

"Abbiamo fatto bene la prima mezz’ora, poi dopo l’intervento su Lautaro ci siamo innervositi e non va bene: dovremo analizzare perché ci siamo ridotti a vincere al 95’. Più opzioni rispetto all’anno scorso? Sì, ho diverse soluzioni dalla panchina, chi è entrato ha fatto bene. Abbiamo chiuso con tutti e 4 i nostri attaccanti, potevamo segnare anche prima ma bravi i ragazzi a credere sempre nella vittoria. Però dovevamo chiuderla prima. Io specialista di vittorie nel finale? Le partite vengono spesso decide nel finale perché le squadre sono stanche e accumulano fatica. Se poi hai la fortuna di avere Dzeko e Lukaku insieme e metti una palla in area, è dura per gli avversari respingerla".

Sul mercato: "L'Inter vende? Non mi fa sorridere"

leggi anche

Marotta: "Niente rivoluzioni, serve un difensore"

In studio a “L’Originale”, poi Walter Zenga ribadisce che a questa Inter manca un difensore e con una battuta suggerisce a Inzaghi di far allenare “mio fratello Riccardo Ferri” (da quest’anno team manager dell’Inter). “Su questo argomento non rido perché siamo in una situazione in cui vedo le altre squadre che comprano ogni giorno mentre della mia Inter sui giornali si dice che vende, e saremmo anche i favoriti. Se ho avuto segnali dalla proprietà che possano esserci cessioni? Assolutamente no, ma voglio ribadire che la squadra è questa e ci serve solo un centrale al posto di Ranocchia perché siamo impegnati su tre fronti".