Lazio-Bologna, Immobile: "Zero alibi, dobbiamo fare salto di qualità che ci chiede Sarri"

lazio

L'attaccante biancoceleste, autore del gol vittoria contro il Bologna, ha le idee chiare sulla stagione: "Dobbiamo fare il salto di qualità che ci chiede Sarri e la vittoria di oggi va in questa direzione, abbiamo dimostrato carattere". Intanto Tare conferma Luis Alberto, Sarri: "Luis è entrato bene, anche se gli ho chiesto un sacrificio in un ruolo non suo"

LAZIO-BOLOGNA: HIGHLIGHTS - TORINO-LAZIO LIVE

"Meritavamo la vittoria, non per il gioco espresso ma per le difficoltà della partita. La squadra ha dimostrato carattere e fame, cosa che finora ci è mancata per fare il salto di qualità". Parola di Ciro Immobile, autore del gol decisivo nel 2-1 della Lazio sul Bologna all'esordio in Serie A. Non una novità per "Re Ciro", che diventa così il quarto giocatore a segnare in ben cinque match di fila alla prima di campionato dopo Roberto Muzzi, Andriy Shevchenko e Luis Muriel. "Questa rete è per il popolo laziale - ha concluso a Sky Sport -. Siamo arrivati quinti l'anno scorso, ora non abbiamo alibi. Abbiamo preso giocatori forti, bravi, che credono nel progetto. Abbiamo le potenzialità per fare bene".

Tare blinda Luis Alberto, Sarri: "Entrato bene"

leggi anche

Lazio, bomber all time: Immobile a quota 151 in A

Oltre ai tanti arrivi di questa sessione di mercato, la Lazio avrà in rosa ancora Luis Alberto. Lo ha confermato nel prepartita il ds Igli Tare, parlando ai microfoni di Sky Sport: "Luis Alberto resta alla Lazio anche nella prossima stagione". Lo spagnolo è entrato al 65' al posto di Cataldi. "Mi è piaciuto, ha fatto quello che gli avevo chiesto, anche in una posizione non sua", ha detto Maurizio Sarri. L'allenatore si è poi soffermato sulla partita. "La mia grande preoccupazione era la temperatura. Sono soddisfatto della tenuta fisica della squadra, dell'applicazione tattica e dell'aspetto caratteriale". Poi sulla papera di Maximiano: "Ha chiesto scusa a tutti negli spogliatoi, è un errore: è come un centrocampista che si fa rubare il pallone o l'attaccante che tira fuori, bisogna accettarlo. Ma le scelte future non verranno fatte in base a un singolo errore". 

Mihajlovic: "Abbiamo fatto tutto noi"

Comprensibilmente deluso Sinisa Mihajlovic. "Abbiamo fatto tutto noi, nel primo tempo vincevamo 1-0, abbiamo avuto 2-3 occasioni per raddoppiare, poi abbiamo preso delle ammonizioni stupide - le parole del serbo -. Contro le squadre forti, se concedi occasioni, ti puniscono. Ci è mancato chiudere la partita e andiamo a casa con zero punti".