Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
25 novembre 2016

Bari, si ferma Valiani. Giancaspro: "Sono curioso"

print-icon
Stefano Colantuono - Bari

Stefano Colantuono si avvicina alla terza partita con il Bari (foto Lapresse)

Il presidente lancia il mercato: "Colantuono saprà dirci dove intervenire". E poi parla della trasferta di Verona: "Curioso di vedere il nostro approccio lontano dal San Nicola". Il centrocampista si ferma per influenza, out ancora anche Martinho

Quasi vigilia. Perché la sfida al Verona di Pecchia è in programma per domenica al Bentegodi. Il Bari continua la preparazione per la prossima sfida in campionato, dopo la vittoria contro il Carpi che ha rilanciato la squadra di Colantuono in classifica. Penultimo allenamento della settimana in casa Bari, con Di Cesare che è tornato ad allenarsi con il gruppo. Differenziato, invece, per Ivan e Castrovilli, mentre oltre a Martinho, infortunatosi alla caviglia nell'ultima seduta, si è fermato anche Valiani per uno stato influenzale.

Intanto, a margine della conferenza stampa su un nuovo accordo di sponsorizzazione con Balkan Express, ha parlato il presidente del Bari Cosmo Giancaspro: “Sarà una partita con i nervi tesi da entrambe le parti, ma non sarà un esame di maturità per noi. La sfida contro il Verona ci farà capire l'atteggiamento della squadra in trasferta dopo l'arrivo di Colantuono”. E proprio sul nuovo allenatore si è soffermato il presidente del Bari: Ha portato qualcosa di nuovo nel gruppo, vedo negli occhi dei ragazzi molta serenità. Si ha la percezione di aver affidato la squadra ad una persona seria e competente, ha esperienza per far girare al meglio la rosa a disposizione”. I punti di distacco in classifica rispetto al Verona sono dieci, ma Giancaspro è fiducioso: “Se valutiamo a livello di organico, non vedo sinceramente tutto questo divario. Probabilmente si è creato per l'organizzazione di gioco e per l'andamento favorevole per loro di alcune gare”.

Il mercato. Anche di questo ha parlato il presidente del Bari: “Stiamo cercando qualche nuova risorsa, soprattutto in attacco dove si è verificato qualche problema fisico. E' il caso di Monachello. Ci attrezzeremo anche sugli altri reparti provando ad irrobustirli. Colantuono a dicembre potrà capire quali innesti chiederci a gennaio”, ha concluso Giancaspro.