Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
10 dicembre 2016

Spezia, Di Carlo: "Serve cattiveria e continuità"

print-icon
05_

L'allenatore dello Spezia Di Carlo (Lapresse)

Lo Spezia cade al 'Mazza' di Ferrara sotto i colpi della Spal di Semplici. L'allenatore Di Carlo commenta il match non senza rammarico 

Sconfitta beffa, dopo aver trovato il vantaggio. Lo Spezia di Di Carlo torna dalla trasferta di Ferrara con zero punti in mano, la festa è tutta dei ragazzi di Leonardo Semplici, attualmente secondi a braccetto con Benevento e Frosinone. Ecco le dichiarazioni dell’allenatore dello Spezia Di Carlo nella conferenza post gara. "Siamo partiti molto bene, scendendo in campo con personalità, ma dopo i primi 20' di gioco, nei quali avremmo potuto anche raddoppiare, non siamo riusciti a dare continuità, abbassandoci troppo e prestando il fianco alle loro ripartenze, tutte arrivate in seguito a nostri errori e che hanno dato coraggio agli avversari".

Serve più cattiveria - "Al termine della prima frazione abbiamo cercato di correggere e nella ripresa abbiamo concesso meno, mantenendo il pallino del gioco e concedendo alla SPAL una sola occasione che però è risultata decisiva; se nei primi 45' Chichizola ha dovuto compiere due/tre interventi, nel secondo tempo i nostri avversari non hanno praticamente mai calciato in porta e il gol è arrivato su un cross dalla sinistra, con la respinta di Chichizola terminata sui piedi di Antenucci. Dobbiamo mettere in campo più cattiveria, sfruttando al massimo le occasioni che riusciamo a creare, perchè i nostri avversari alla prima occasione concessa ci puniscono e anche noi dobbiamo fare così; abbiamo provato a vincere la partita, ma alla fine torniamo a casa con una sconfitta: dobbiamo dare tutti di più, abbiamo le qualità per farlo e dobbiamo riscattarci contro il Perugia".

Ci serve continuità - "In questo momento gli episodi non girano a nostro favore, dobbiamo ripartire subito, la continuità in questo campionato è determinante e da sabato prossimo cercheremo di tornare a cogliere i tre punti, pertanto rimbocchiamoci le maniche e prepariamoci a giocare una gara da Spezia. Il mercato? La squadra è viva, gioca, mancano dei gol e quella vittoria che ci permetterebbe di trovare una classifica più consona rispetto a quanto fatto vedere in campo, quindi testa al campionato, dopo ci sarà tempo per analizzare le modifiche da apportare".