Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
16 dicembre 2016

Ascoli, Bianchi e Giorgi tornano in gruppo

print-icon
favilli_ascoli_lapresse

Il gol di Favilli che ha deciso l'ultima gara dell'Ascoli contro l'Entella (La Presse)

"Ci tenevamo molto a dare una svolta dopo la prestazione con il Latina e ci siamo riusciti" ha detto il centrocampista bianconero Cassata dopo la vittoria contro l'Entella. E per il Benevento mister Aglietti ritrova pedine importanti

Dopo l’importante vittoria nel recupero contro la Virtus Entella, l’Ascoli di Aglietti si prepara a tornare in campo per l’impegno in programma contro il Benevento. Dodicesima in classifica con 22 punti, la squadra bianconera ha proseguito negli allenamenti settimana: oggi a Sant'Egidio alla Vibrata la squadra si è sottoposta ad una seduta iniziata con il riscaldamento di attivazione neuro muscolare ed in seguito è stata impegnata in un lavoro di forza isometrica e in una seduta tattica. Buone notizie per l’allenatore arrivano dall’infermeria: Bianchi e Giorgi, infatti, sono rientrati in gruppo ed hanno svolto l'intera seduta con il resto dei compagni. Solo lavoro in palestra per Lazzari e Perez e terapie per Hallberg. In mattinata assente Augustyn, ieri febbricitante, che si è poi rivisto in campo nel pomeriggio. Nella giornata di domani è in programma la rifinitura allo stadio a porte chiuse.

Del momento della squadra e della sua condizione personale ha parlato, al sito ufficiale del club Francesco Cassata, che è tornato ad analizzare la vittoria ottenuta lo scorso martedì sera: "Ci tenevamo molto a dare una svolta dopo la prestazione con il Latina e ci siamo riusciti - ha dichiarato il calciatore - abbiamo conquistato tre punti che ci hanno permesso di lavorare un po’ più serenamente questa settimana. Favilli è stato decisivo, piano piano ciascuno di noi sta mettendo in mostra le proprie qualità e più giochiamo insieme più è facile trovare gli automatismi. Sono contento per Andrea perché è un ragazzo che si allena e lavora sempre al massimo, gli auguro di segnare tanti altri gol".

 "Per quanto riguarda me, sto riuscendo a trovare sempre più la condizione fisica e mentale, ogni palla deve essere una questione di 'vita o di morte'. In ogni prestazione cerchiamo di portare a casa il massimo possibile, anche se qualche rimpianto ce l’abbiamo per come sono andate certe gare come quelle con Latina, Pro Vercelli e altre. Per la mia crescita sono fondamentali i consigli del Mister, di Giorgi, Bianchi, Cacia; ne faccio sempre tesoro. E non dimentico neppure i tifosi: questa è una piazza che ti spinge tantissimo e ti sprona sempre a fare meglio. Con la curva più vicina al campo la spinta è straordinaria. Il Benevento ha un grande organico, cercheremo di fare più punti possibile in queste tre gare che restano a dicembre così possiamo trascorrere le feste più tranquilli".

"Domenica mi aspetto una partita di lotta, avremo tante assenze e quindi dovremo metterla sul piano agonistico. Andremo in Campania senza nulla da perdere, con maggiore serenità rispetto ai giorni scorsi e con la consapevolezza che nessuna partita è scontata. Sappiamo che là c’è tanto entusiasmo, ma il fattore ambientale non può influire in nessun modo perché siamo abituati ad Ascoli, che come tifoseria non ha nulla da invidiare alle altre di B", ha concluso il centrocampista.