Entella, Filippini e non solo: presentati i nuovi

Serie B

Presentati i nuovi acquisti dell'Entella, ecco le loro parole in sala stampa. Catellani: "Ho trovato quello che cercavo". Filippini: "Ho sposato subito questo progetto, sono felice". Ardizzone: "Venire qui è stata la scelta più giusta". Infine Pecorini: "Ho tanta voglia di riscatto, sono pronto"

Giornata di presentazioni per l'Entella di Breda, tutti i nuovi volti del mercato. Ardizzone, Filippini, Pecorini e Catellani, fiore all'occhiello della campagna acquisti, come dichiarato dal direttore generale Matteo Matteazzi. Il quale, successivamente, ha parlato anche della cessione di Iacoponi al Parma: "E' stata dolorosa anche dal punto di vista affettivo. Iacoponi ha fatto un percorso nell'Entella importante, c'era l'anno che abbiamo vinto il campionato in Lega Pro". Ricordi. Ora il futuro, ecco le parole dei nuovi volti in conferenza stampa.

Lorenzo Filippini: "Ho scelto subito questo progetto" - Terzino sinistro, classe '95. Giovane e di prospettiva. Dopo l'esperienza negativa a Cesena, l'ex Lazio prova a rilanciarsi nell'Entella di Breda: "Sono molto contento di essere qui - dice Filippini - Sono un terzino sinistro, ho fatto anche il centrale. Ho accettato subito questa proposta dell'Entella con molta rapidità e spingendo molto per venire qui, anche se a Cesena c'era una situazione particolare. Insomma, non è stato facile. La mia scelta è stata subito di sposare questo progetto perchè so come lavorano, l'ho visto e lo sto vedendo bene anche in questi pochi giorni. Spero di portare alla squadra quello che serve e raggiungere l'obbiettivo che spero essere molto importante". 

Andrea Catellani: "Ho trovato quello che cercavo" - Parola all'attaccante, subito in gol al debutto con la nuova maglia. Numero 10 sulle spalle e tante aspettative per l'ex Carpi: "Nel momento in cui c'è stato l'interessamento dell'Entella non ci ho pensato un attimo. Tanti motivi. Il primo è il progetto che il presidente sta portando avanti da anni che mi ha affascinato da subito. Poi iconoscere il gruppo, le dinamiche che ci sono all'interno, l'allenatore e anche  che tatticamente e tecnicamente poteva essere una soluzione adatta a me, hanno fatto si che la mia volontà fosse questa. Ero in una società dove non giocavo con continuità ma mi trovavo bene e mi sono voluto muovere solo per andare in posto dove sarei stato realmente felice. Credo che qua a Chiavari ho trovato quello che cercavo". Dallo Spezia all'Entella, come un derby? "Sinceramente no, fermo restando che il mio addio allo Spezia l'ho dato a giugno quindi arrivo da Carpi dove ho passato sei mesi positivi, a prescindere da tutto. Avendo giocato a Spezia so cosa rappresenta il progetto Entella, so bene quello che è stato costruito in questi anni e quindi sono felice di far parte di un progetto così ambizioso".

Simone Pecorini: "Ho voglia di riscatto" - Terzino destro, arrivato dall'Ascoli nell'ultimo giorno di mercato: "Vengo qua con tanta voglia di riscatto, nei mesi precedenti non ho avuto grosso spazio e minutaggio. E' una trattativa che è stata fatta in venti minuti, nel momento cui mi è stato detto che c'era l'interessamento dell'Entella sono andato subito a firmare. Vengo qua consapevole di essere in un gruppo di ragazzi giovani, sani, che hanno tante aspettative e tanto da dare. Ho tanta voglia di riscatto e non vedo l'ora di entrare in campo". Titolare? "Ad Ascoli si era creata una situazione dove non mi era mai stato detto, ma solo fatto capire che non rientravo nel progetto tecnico. Non avevo neanche più la possibilità di giocarmi il posto, quindi ho dovuto per forza cambiare. Sono veramente contento di essere arrivato qui comunque, nel mio ruolo siamo in due e la decisione spetterà all'allenatore".

Francesco Ardizzone: "Venire qui è stata la cosa giusta" - Parola al centrocampista, il primo acquisto "invernale" dell'Entella: "Sono un centrocampista, una mezz'ala, posso giocare sia a destra che a sinistra. Sono felicissimo di essere venuto qui a Chiavari. Quando ho saputo la notizia dal mio procuratore ero in vacanza ed ho pensato subito che fosse la cosa più giusta venire qui. Sono contento. Le prime due settimane sono state positive, l'impatto col gruppo è stato importante, è un gruppo sano con grandi ambizioni. Vengo qui per dare una mano ad una squadra che ha già dato tanto e potrà dare tanto". Futuro da regista: "Si, ho fatto qualche partita davanti alla difesa. Ovviamente le mie caratteristiche sono diverse. Sono più un giocatore dinamico ed interdizione". Sulla rivalità con la Pro Vercelli: "Penso sia una rivalità creata nel corso degli anni. Ci siamo giocati un campionato di Lega Pro e quel campionato è finito con la vittoria dell'Entella. Per noi giocatori non c'è mai stata una vera rivalità".

I più letti