Hellas, Pazzini critico: "Così non va bene"

Serie B
01_pazzini_lapresse

L'attaccante gialloblu - capocannoniere di B con 17 gol - arrabbiato dopo le deludenti prestazioni della sua squadra, ora seconda: "È arrivato il momento di svoltare, dobbiamo tornare a essere quelli di prima". Tour de force in vista: prima la SPAL, poi il Frosinone primo: "Non dobbiamo lasciare nulla al caso"

“Non siamo più in cima alla classifica, il Frosinone ci ha superato. Ora è arrivato il momento di svoltare, dobbiamo tornare a essere quelli che eravamo nella prima parte della stagione”. È un Giampaolo Pazzini critico e perchè no arrabbiato quello che ha parlato in conferenza stampa in vista della prossima partita del suo Hellas Verona, l’importante match casalingo contro la SPAL terza. I gialloblu, dopo un lungo periodo in vetta, ora sono secondi e i risultati maturati nel 2017 sono tutt’altro che positivi: “Le ultime prestazioni sono state preoccupanti - ha detto il capocannoniere della Serie B - Ci siamo parlati, non possiamo andare avanti così. Siamo una squadra diversa nelle partite in trasferta e questo non va bene. Ci troviamo a ridosso di due partite importanti (SPAL e poi trasferta a Frosinone), non dobbiamo lasciare nulla al caso”.

Hellas Pazzo-dipendente - Senza Pazzini, arrivato a 17 gol in stagione, l’Hellas ha vinto solo una partita sulle cinque disputate. “Non so se esiste una Pazzini-dipendenza - ha raccontato in conferenza l’attaccante - A volte sembra così, anche se a Latina c’ero ma la partita non è andata bene. I risultati danno questa impressione, ma è vero che dietro di me c’è tutta la squadra che mi mette in condizione di fare gol”. Pazzini vero leader: “È un bel complimento, non è facile calarsi in una nuova realtà. Non siamo qua di passaggio, nessuno ci regala niente. Dobbiamo lottare sul campo per raggiungere i risultati. Le altre stanno correndo, non possiamo più sbagliare. Sfruttiamo il fattore Bentegodi per prendere questi 3 punti".

Sulla SPAL - “Hanno fatto acquisti mirati e importanti, hanno entusiasmo dalla vittoria del campionato di Lega Pro. Possono rimanere in cima perchè non hanno pressioni, per loro è tutto guadagnato e possono sognare in grande. Non hanno il peso di chi deve andare in Serie A per forza”. Contro, Pazzini si ritroverà Sergio Floccari, anche lui in Serie A fino a poco tempo fa: “È un giocatore importante, lo era in Serie A e sicuramente lo è in B. Un bene che ci siano giocatori come lui in questo campionato. Dovremo stare molto attenti dietro”. Sul record di gol: “Dovrei farne più di 19, ora sono a 17. Voglio fare ancora tanti gol per dare punti alla squadra. Ci spero, siamo ancora a metà campionato, è lunga. Ma più di questo, sarebbe importante che anche i miei compagni tornassero al gol, a livello di squadra dobbiamo fare meglio. Nelle ultime gare abbiamo creato poco”, ha concluso.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche