Ternana, Liverani: "La strada è ancora lunga"

Serie B

Primi tre punti della nuova gestione, il commento dell'allenatore in sala stampa: "I ragazzi hanno giocato in avanti cercando il vantaggio. Hanno fatto quello che abbiamo provato. Trovare il doppio vantaggio ci ha indotto a smettere di giocare e questo non possiamo permettercelo"

Prima uscita, prima vittoria. E la Ternana torna finalmente a sorridere dopo sei sconfitte consecutive nelle ultime gare. Il cambio di allenatore - da Gautieri a Liverani - sembra aver fatto bene agli arancioverde, che comunque - va detto - anche alla prima uscita di Gautieri avevano vinto la prima partita. Doppietta di Di Noia e via, tre punti importantissimi contro il Trapani, concorrente diretta per la salvezza agganciata a 26 punti in classifica. "La speranza c'è, ma la strada è ancora lunga". Così Fabio Liverani in conferenza stampa nel post partita. 

"Voglio giocarmela fino alla fine" -  "I ragazzi hanno giocato in avanti cercando il vantaggio. Hanno fatto quello che abbiamo provato. Trovare il doppio vantaggio ci ha indotto a smettere di giocare e questo non possiamo permettercelo. Lavoreremo più sugli ultimi 30 minuti. Pensavo di dare più solidità con la difesa a tre ci siamo ritrovati a cinque e bassi. È stato un mio errore, dovevamo provare di più questa soluzione". Continua: "Spero che la prestazione sia figlia del lavoro sul campo e sulla testa. Non siamo una squadra che lavora da tempo. Per un'ora quello che ho chiesto si ragazzi e in particolare alle mezzali lo hanno fatto benissimo. Di Noia più portato ad attaccare, Petriccione più dedito a cucire il gioco". E ancora: "C'è da lavorare. Le condizioni fisiche contano. Felipe ha problemi al ginocchio, ha fatto mesoterapia per esserci. Monachello deve crescere. Falletti ha fatto una grande partita. Oggi ai tre chiedo tanto sacrificio. Oggi si sono messi più a disposizione dei centrocampisti. Abbiamo fatto due gol, Monachello è andato a tu per tu così come Palombi. Oggi mi sento di fare i complimenti ai ragazzi e sono contento perché hanno dato quello che pensavo potessero dare". Ternana senza paura: "Se è cambiato qualcosa lo sapremo tra un po'. Le problematiche e l'ansia sono da settimana, il giorno della partita ci dovrebbe essere solo la gioia perché facciamo lo sport più bello del mondo. È impensabile che da ultima in classifica avere giocatori che tengono la palla. Per un'ora mi sono piaciuti". Conclude Liverani: "Vediamo se per riusciremo in quello in cui credo che oggi per molti è impossibile. Io voglio giocarmela fino alla fine".

I più letti