Frosinone, Marino: "Due punti buttati"

Serie B

Pasquale Marino, allenatore del Frosinone, rammaricato per il pareggio con l'Ascoli: "Una delle migliori partite della stagione, abbiamo creato tantissime occasioni. Gli episodi non ci aiutano, penalizzati dagli errori che facciamo sotto porta e da quelli degli arbitri"

Terzo pareggio consecutivo, dopo Cesena ed Avellino anche l’Ascoli ferma il Frosinone sull’1-1. La squadra di Marino, però, conserva il primo posto in classifica, in attesa della partita di domani tra Brescia e Spal.

"Rammarico per le tante occasioni"

Tanto rammarico per il Frosinone, raggiunto soltanto nel recupero dall’Ascoli dopo aver fallito molto occasioni per chiudere la partita. "Se andiamo a contare le occasioni da gol – ha dichiarato Marino ai microfoni di Sky Sport - c’è veramente parecchio rammarico perché ne abbiamo create tante. Abbiamo fatto una delle migliori partite nell’arco dell’intera stagione, per intensità e volume di gioco. Ma anche come occasioni perché il nostro possesso di palla non è mai stato fine a se stesso, ogni volta si arrivava al tiro, al cross o quantomeno a creare qualcosa di importante. Questo per tutta la partita, non soltanto dopo l’1-0. Solo in cinque o sei minuti alla fine abbiamo concesso qualche opportunità all’Ascoli ma, in una partita intera, ci sta un momento di appannamento". Nonostante il pareggio, però, la prestazione del Frosinone fa ben sperare per il futuro. "Noi stiamo bene, l’abbiamo dimostrato l’ultima partita con l’Avellino ma anche oggi. Siamo venuti ad Ascoli per vincere, dimostrandolo con i fatti. Abbiamo giocato sempre nella metà campo avversario. Ci dispiace aver buttato due punti così, perché abbiamo creato non so quante palle gol. Quindi c’è tanto rammarico ma, nello stesso tempo, siamo fiduciosi per il prosieguo. Mancano sette partite e, se continuiamo a giocare così, non può andare sempre in questa maniera. Speriamo bene, un po’ di fortuna e qualche episodio che ci gira dalla nostra parte deve arrivare".

"Sfortunati con gli episodi"

La prestazione c’è, il risultato però non arriva. Marino ribadisce il suo rammarico e ha anche qualcosa da ridire sull’arbitraggio: "Peccato, anche perché mi è sembrato che siamo andati oltre il recupero. L’arbitro, su un calcio di punizione fischiato per un fallo su Dionisi, ci ha detto che avrebbe dato un minuto e dieci, mentre sul nostro cronometro era passato già un minuto e venti quando l’Ascoli ha fatto gol. Anche in questo senso non è un periodo molto fortunato per noi, pure la settimana scorsa c’è stata qualcosa che non è andata per il verso giusto. Quindi ci rammarichiamo per gli errori che abbiamo fatto sottoporta e anche per gli errori che, in questo momento, stanno facendo gli arbitri".

I più letti