Frosinone, Marino: "Brutta partita. Rialziamoci"

Serie B
marino_frosinone_lapresse

L'allenatore del Frosinone dopo la sconfitta interna col Novara: "Prestazione inspiegabile, c'è poco da salvare. I tifosi potevano fischiarci ma ci hanno incoraggiato, bisogna reagire soprattutto per loro"

Sorprendente sconfitta in casa, il Frosinone ferma la sua corsa e non riesce a rispondere alla Spal. La squadra di Semplici, con la vittoria nell'anticipo delle 12.30 contro il Trapani, allunga a cinque punti il vantaggio sui giallazzurri che ora sono stati raggiunti anche dall'Hellas Verona al secondo posto in classifica. Dopo i tre pareggi consecutivi contro Cesena, Avellino ed Ascoli, il Frosinone cade al Matusa contro il Novara. In una partita che ha visto la squadra di Pasquale Marino rincorrere per tutti i novanta minuti, senza però riuscire a portare a casa neanche un punto. "Difficile spiegare questa partita - ha dichiarato Pasquale Marino nel post partita - Ho parlato con i giocatori soprattutto perché è importante alzare la testa in momenti come questi. È inspiegabile, una prestazione inaspettata. Abbiamo commesso tanti errori tecnici, sbagliando gli appoggi e dando campo agli avversari.  È una partita ed una prestazione da dimenticare in fretta, la palla è sembrata pesante. Abbiamo oltretutto avuto tanto tempo per preparare la partita, ma oggi abbiamo sbagliato tutto, c’è poco da salvare, eravamo lenti nel palleggio. Purtroppo siamo stati tutti al di sotto delle nostre possibilità".

"Reagiamo per il nostro pubblico"

Il Frosinone perde e scivola a meno cinque dalla Spal. Corsa per la Serie A ancora aperta, anche se ora ci sarà da lottare. Ci sono comunque sei partite ancora a disposizione per tentare la seconda promozione in tre anni. "Oggi paghiamo le tante occasioni perse per fare punti - prosegue l'allenatore del Frosinone - Una prestazione del genere può capitare tre o quattro volte in un anno ma noi abbiamo sbagliato nel momento meno opportuno. Ma non possiamo permetterci di buttare all’aria il lavoro fatto fino ad oggi". Frosinone costretto ora a rialzarsi e ripartire, già dalla prossima gara con la Ternana. "Di solito quando prendiamo qualche schiaffo ripartiamo, così dobbiamo fare anche questa volta. C’è stato un confronto con il presidente, come sempre quando si perde, però è ovvio che siano più cose da dirsi dopo una sconfitta. Dopo una prestazione del genere meritavamo i fischi, invece il pubblico ci ha incoraggiato fino alla fine, questo ci deve spronare e far capire cha abbiamo delle responsabilità soprattutto nei confronti della città di Frosinone e dei tifosi che hanno questa grande passione. Ho cercato di parlare ai ragazzi, dobbiamo rialzare la testa".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche