Ascoli, Aglietti: "Pensiamo solo a noi stessi"

Serie B
alfredo_aglietti_getty

"Dobbiamo ragionare sui 270 minuti da qui e fine campionato e non sulla singola partita - ha detto l’allenatore bianconero - il Benevento arriva da noi dopo la vittoria nel derby e quindi avrà il giusto entusiasmo e se li aspetteremo ci metteranno in difficoltà"

La partita tra Benevento e Ascoli si avvicina, i bianconeri contro la formazione di Baroni cercheranno di ottenere punti importanti in chiave salvezza. L’appuntamento è fissato per domani alle 15, intanto oggi - giornata di vigilia - Alfredo Aglietti si è presentato in sala stampa per parlare proprio del match contro i campani. Queste le sue parole: "La partita contro i giallorossi è importante ma per quanto ci riguarda dobbiamo ragionare sui 270 minuti da qui e fine campionato e non sulla singola partita. Dobbiamo cercare di fare risultato e muovere la classifica, se non dovessimo vincere ma portare lo stesso punti a casa vorrebbe dire avere a disposizione altri due match per poterci salvare. Il Benevento arriva da noi dopo la vittoria nel derby e quindi avrà il giusto entusiasmo".

La formazione e il momento

Passando poi a parlare della formazione il tecnico aggiunge: "Lazzari si è fermato nella rifinitura di stamattina e non sarà a disposizione. Confermeremo il modulo delle ultime uscite ma dovremo migliorare la fase di possesso mentre quella difensiva sta già migliorando. Abbiamo trovato il giusto equilibrio e dobbiamo solo fare qualcosa in più in fase offensiva. Bianchi? Sta meglio, è disponibile e potrebbe darci una mano a gara in corso. Sicuramente a Latina ci aspettavamo qualcosa in più ma adesso non possiamo rilassarci su nessun fronte. Noi non possiamo pensare agli altri senza aspettarci regali. Non aver subito gol è stato importante ma dovremo essere più cinici davanti. Manteniamo freddezza e lucidità senza l’ansia di voler vincere subito. Ci sono tutte le premesse per fare una buona partita e far girare tutto dalla nostra parte".

L’avversario

"Il Benevento ha assenti - ha poi detto Aglietti - ma con la loro rosa di qualità non si sentiranno. Potranno giocare sia come nel derby dopo l'uscita di Ciciretti, quindi con le due punte, oppure con il solito 4-2-3-1: noi ci siamo preparati per entrambe le evenienze. Tuttavia al di là degli avversari, l'importante sarà la partita che riusciremo a fare noi: se saremo quelli visti contro l'Avellino potremo conquistare i tre punti; se invece li aspetteremo e lasceremo fare la partita a loro ci metteranno in difficoltà. Sento parlare che dobbiamo vincere per forza, ma se dovesse uscire un pari  quella decisiva sarà la prossima. Non va bene caricare troppo le partite, dovremo essere messi bene in campo e con la giusta lucidità".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche