Latina, Vivarini: "Futuro? Anno travagliato, ho bisogno di riposare"

Serie B

Intervenuto in conferenza prima della sfida col Brescia, l'allenatore nerazzurro ha commentato gli ultimi episodi: "È stata un'annata veramente travagliata in tutti i sensi. Ho dovuto affrontare una marea di problemi, ho cercato in tutti i modi di lamentarmi il meno possibile. Non è stato facile"

Giorni difficili per il Latina, “di scoramento” secondo Vivarini. La penalizzazione di 5 punti ha “ufficializzato” la retrocessione aritmetica della squadra in Serie B. In vista della gara contro il Brescia, però, l’allenatore nerazzurro ha parlato in conferenza stampa: “Dovremmo giocare comunque nel miglior modo possibile – ha detto Vivarini – abbiamo sempre tenuto vive le partite fino all’ultimo istante, continuiamo a farlo anche adesso”. Le sue parole.

“Giochiamo comunque fino all’ultimo”

“Giorno dopo giorno ce n'è una, se siamo attenti a tutto quello che ci gira intorno ci demoralizziamo troppo. Nel calcio si guarda molto ai risultati, nel nostro caso è deprimente. Si vanno a fare altre analisi e ci vanno a tirare su. Questa è una squadra che ha lottato in tutte le partite, tanto è vero che sono tre o quattro, mettendoci dentro anche Bari dove abbiamo preso gol all'ultimo minuto, quelle nelle quali abbiamo subito due gol di scarto dall'avversario. Abbiamo sempre tenuto vive le partite fino all'ultimo istante, tolto Verona, Carpi e Cittadella e Bari. Tutte le partite sono state giocate con voglia e passione, purtroppo non siamo mai riusciti a vincerle ed è una cosa troppo importante nel calcio. Cerchiamo di concentrarci a fare bene anche queste ultime tre, perché ci teniamo - dice Vivarini in sala stampa - Abbiamo da fare la partita a Brescia e dobbiamo farla nel miglior modo possibile”.

“Giochiamo comunque fino all’ultimo”

“Giorno dopo giorno ce n'è una, se siamo attenti a tutto quello che ci gira intorno ci demoralizziamo troppo. Nel calcio si guarda molto ai risultati, nel nostro caso è deprimente. Si vanno a fare altre analisi e ci vanno a tirare su. Questa è una squadra che ha lottato in tutte le partite, tanto è vero che sono tre o quattro, mettendoci dentro anche Bari dove abbiamo preso gol all'ultimo minuto, quelle nelle quali abbiamo subito due gol di scarto dall'avversario. Abbiamo sempre tenuto vive le partite fino all'ultimo istante, tolto Verona, Carpi e Cittadella e Bari. Tutte le partite sono state giocate con voglia e passione, purtroppo non siamo mai riusciti a vincerle ed è una cosa troppo importante nel calcio. Cerchiamo di concentrarci a fare bene anche queste ultime tre, perché ci teniamo. Col Brescia giochiamo come sappiamo".

“Futuro? Ho bisogno di riposare”

Vivarini parla di un suo possibile futuro sulla panchina del Pisa: “In questo momento ho bisogno di riposare. Questa è un'annata valsa come diversi anni. Non voglio prendere in considerazione nessun discorso. Voglio andare a casa e riposarmi, con calma. Ho diversi riscontri, da parte di addetti ai lavori, per giocatori che hanno messo in mostra le loro qualità, oltre agli apprezzamenti sulla squadra. È una cosa che mi fa piacere e rabbia. Ovunque siamo andati abbiamo ricevuto complimenti, ma c'è il dispiacere per non aver raccolto i risultati. Gli altri discorsi lasciamoli perdere, mi devo sicuramente andare a riposare”. Sul mancato intervento della società sulla penalizzazione: “Questa settimana è stata una settimana di scoramento, le braccia sono cadute giù. Tutti i discorsi erano campati in aria, non so dire quale sia la cosa migliore o più giusta. È andata così, bisogna pensare avanti e al presente. Andiamo a Brescia per cercare di fare il massimo”. E infine, sull'anno che sta per concludersi: “È stata un'annata veramente travagliata in tutti i sensi. Ho dovuto affrontare una marea di problemi, ho cercato in tutti i modi di lamentarmi il meno possibile. Non è stato facile”.

I più letti