Ascoli, in quattro a parte. Carpani: "Stiamo bene"

Serie B
orsolini_lapresse

La squadra bianconera prepara l’ultima trasferta stagionale contro il Bari; personalizzato per Augustyn, Favilli, Felicioli e Lazzari. Il centrocampista: "Non facciamo nessun calcolo, negli allenamenti ho visto un gruppo carico e pronto"

Prosegue la preparazione dell’Ascoli che domenica sarà impegnato a Bari contro la formazione allenata da Colantuono. Nell’ultimo sfida esterna del campionato di Serie B la squadra di Aglietti cercherà gli ultimi punti utili per centrare la salvezza aritmetica e anche oggi il gruppo ha lavorato in mattinata per arrivare pronto all’appuntamento. La squadra ha disputato a Sant'Egidio alla Vibrata una partita in famiglia, alla quale non hanno ancora preso parte numerosi calciatori infortunati come Augustyn e Favilli - che anche oggi hanno svolto un lavoro personalizzato per recuperare dai loro problemi fisici. Così anche Felicioli e Lazzari, che si sono sottoposti a terapie. Per la giornata di domani, venerdì, l'allenamento è fissato per le ore 15:00 allo stadio a porte chiuse.

Le parole del centrocampista

Come riporta poi il sito ufficiale del club anche Gianluca Carpani è tornato a parlare del match interno con il Benevento (terminato 1-1 nel turno scorso) prima di proiettarsi poi alla sfida di domenica con il Bari: "Se fosse entrata la palla nell'occasione che ho avuto contro i giallorossi probabilmente la salvezza sarebbe quasi già in tasca - ha detto il calciatore - non facciamo nessun calcolo e pensiamo solo alla sfida col Bari, stiamo bene e nei tre allenamenti già fatti questa settimana ho visto un gruppo carico e pronto, non vediamo l'ora di scendere in campo per centrare l’obiettivo. A inizio stagione il Mister mi ha dato tanta fiducia, che ho cercato di ripagare sul campo e nella seconda parte del campionato, ogni volta che sono stato chiamato in causa, ho dato il massimo e continuerò a farlo nelle prossime due gare rimaste".

"Giocheremo col coltello tra i denti"

"Andremo a Bari col coltello fra i denti perché i pugliesi, finché avranno speranza di agganciare i playoff, ce la metteranno tutta. Da ascolano è normale che senta particolarmente l'importanza di questa salvezza; non abbiamo nessuna paura, ma la consapevolezza di essere una buona squadra, che, se ha la testa e l'atteggiamento giusti, non deve avere timore di nessuno. I tifosi ci seguiranno in tanti, ci danno costantemente una grande mano e speriamo di festeggiare tutti insieme la salvezza. Un colpo a Bari ci avvicinerebbe di molto al traguardo".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche