Frosinone, Marino: "Benevento? Pensiamo solo a noi stessi"

Serie B

L'allenatore giallazzurro ha presentato la sfida con la squadra di Baroni: "Abbiamo entusiasmo, siamo andati in ritiro un giorno prima proprio per concentrarci al meglio e non sentire l'entusiasmo e la pressione della città"

Sfida importante per il Frosinone di Marino, difficile. Soprattutto in trasferta, contro il Benevento di Baroni: "Lo stimo - dice l'allenatore giallazzurro - è un ottimo allenatore". L'obiettivo è tornare in Serie A. Per farlo, il Frosinone dovrà battere i rossoneri. 

"Abbiamo ritrovato l'entusiasmo"

"Giochiamo in trasferta contro una squadra forte che cercherà di vincere a tutti i costi. Sarà un ambiente caldo ma noi non dobbiamo farci influenzare dal fattore ambiente. Tutte le squadre che stanno lottando per obiettivi importanti vogliono dare in questo momento il 200%, il Benevento vuole andare i play off ma noi vogliamo la serie A e faremo di tutto per ottenerla". Continua Marino: "Abbiamo entusiasmo rispetto a qualche tempo fa. Siamo andati in  ritiro un giorno prima proprio per concentrarci al meglio e non sentire l'entusiasmo e la pressione della città. Mazzotta è pronto così come Crivello. Tutta la squadra sta bene e siamo pronti per la gara di domani. Con il Trapani abbiamo giocato contro una squadra che aveva avuto due giorni in più di recupero ma abbiamo disputato un'ottima gara sotto ogni aspetto. Sono soddisfatto, ma se faccio delle scelte è perchè ne sono convinto".

"Pensiamo solo a noi stessi"

Continua Marino: "Il Benevento è una squadra con un'idea di gioco ben delineata. Stimo molto Baroni, è una persona molto seria e da una propria identità alle sue squadre. Giocano con un 4-2-3-1, hanno delle assenze cambieranno interpreti ma non modo di giocare. Mi aspetto una squadra aggressiva, sarà una gara ad alta intensità. Dobbiamo saper ragionare quando avremo il possesso di palla per non snaturare il nostro gioco". Sui tifosi: "Ci fa piacere che ci sono vicini, al di là di un momento di difficoltà hanno capito che la squadra in campo da tutto. Se la squadra ha reagito è perchè non ha mollato fino alla fine, vedremo il verdetto del campo quale sarà ma fino alla fine lotteremo per riacciuffare un sogno che sembra potesse essere perso qualche settimana fa". E ancora: "Mi aspetto un arbitraggio all'altezza, l'arbitro è tra i migliori di questa stagione dunque mi aspetto una direzione di gara adeguata. Nelle partite bisogna essere bravi dal punto di vista agonistico, nel curare i dettagli nel saper leggere le situazioni. I risultati degli altri campi? Dobbiamo solo guardare nel nostro orticello poichè se vinciamo non dobbiamo pensare agli altri. E' chiaro che la gara del Perugia e quella del Cittadella hanno stimoli diversi ma ripeto dobbiamo pensare solo a noi".

I più letti