Ascoli-Frosinone, Longo: "Turnover? Massimo quattro cambi"

Serie B

Queste le parole dell'allenatore giallazzurro in conferenza: "Ho ricevuto una risposta di maturità da parte dei calciatori che hanno affrontato le partite come se stessimo giocando in casa. Pensiamo una gara alla volta continuando ad avere la stessa mentalità di queste prime trasferte"

"In questo campionato con i nomi si va poco lontano, bisogna lottare su ogni campo!". Questo il monito di Moreno Longo e di tutto il Frosinone: "Dobbiamo avere una motivazione a mille". Lui, l'Ascoli e la prossima sfida sulla panchina giallazzurra. Ora il Frosinone corre veloce verso le prime posizioni e vuole restarci a lungo, dopo la delusione play-off dell'anno scorso. Queste le parole dell'allenatore in conferenza stampa, prima della gara in trasferta contro l'Ascoli. 

"Turnover? Massimo 4 cambi"

Così Longo, l'infrasettimanale si fa sentire: "Credo che i numeri vadano sempre rispettati ma presi con le molle. Abbiamo preso qualche gol di troppo e lavoreremo per migliorare questo aspetto. Non mi sono mai piaciute le rivoluzioni, certamente nelle prossime gare qualcosa cambieremo. Quando una squadra cambia totalmente gli interpreti chi gioca meno fa più fatica. Faremo un turnover oculato cambiando massimo 3-4 elementi nelle prossime due gare così da non stravolgere la squadra. Maiello? Sapevamo che non poteva essere al top in questo momento poichè durante la preparazione ha avuto un infortunio". E ancora: "Abbiamo ancora 24 ore per stabilire la strategia con cui affrontare l'Ascoli. Non voglio sentir parlare di Perugia, ad domani potremmo riproporre il tridente, vedremo". Un bel pensiero sui tifosi del Frosinone: "Siamo contenti che ci sia entusiasmo intorno alla squadra, sappiamo quanto sia importante avere un ambiente positivo intorno. Restiamo con i piedi per terra poichè ci piacerebbe che questo entusiasmo ci sia al termine del campionato. Continuiamo a lavorare su quello che non sta funzionando in questo momento, la fase difensiva è uno di questi aspetti".

"Motivazioni a mille!"

Conclude Longo. "Credo che non bisogna mai sottovalutare questo aspetto, dovremmo avere sempre la motivazione a mille. Un calo fisiologico sta nel corso naturale delle cose ma dovremmo essere bravi a gestire queste dinamiche per mantenere la tensione sempre alta. Inizio di campionato? Non mi aspettavo un così bel inizio considerando che avremmo incontrato tante difficoltà tra cui le continue trasferte. Ho ricevuto una risposta di maturità da parte dei calciatori che hanno affrontato le partite come se stessimo giocando in casa. Pensiamo una partita alla volta continuando ad affrontare le gare con la stessa mentalità di queste prime sei trasferte stagionali. Giovani? Stanno crescendo, Matarese non era abituato ad un campionato di adulti ma sta lavorando intensamente durante la settimana e presto avrà una chance. Lo stiamo seguendo con grande attenzione. Besea così come gli altri stanno lavorando e crescendo con il passare degli allenamenti dunque sono delle opportunità".

I più letti