Serie B, calendario e orari 10^ giornata: big match a Venezia

Serie B
03_empoli_lapresse

Archiviati gli anticipi a Cremona e Bari, la 10^ giornata della Serie B prosegue con il big match della capolista al Penzo. Palermo e Frosinone incrociano Novara e Salernitana, Carpi di scena a Vercelli. Spettacolo all'Adriatico, rischiano Parma e Perugia. In coda scontri diretti a Terni e Cesena

Solo 10 punti dalla vetta alla coda, distacco alimentato nello scorso weekend eppure decisamente ridotto. Un equilibrio appena intaccato dopo la 9^ giornata della Serie B, d’altronde il primato dell’Empoli (17 punti) è il meno cospicuo di sempre da quando il torneo si disputa a 22 squadre. Intanto si continua a segnare a grappoli con 270 gol complessivi, bottino in costante aumento rispetto all’ultima edizione. Ecco quindi che il traffico in classifica e una filosofia meno conservativa anticipano due turni a distanza ravvicinata, 180’ che metteranno mano alle gerarchie del campionato. S’inizia con la 10^ giornata già inaugurata dagli anticipi a Cremona e Bari: diamo quindi uno sguardo all’agenda tra incontri, numeri e curiosità.

VENEZIA-EMPOLI (sabato ore 15.00, diretta su Sky Calcio 8 HD)

Archiviati gli anticipi, il big match di giornata va in scena al Penzo: Inzaghi cerca l’aggancio all’Empoli capolista, squadra che detiene il primato più basso (17 punti) da 13 anni a questa parte. Bottino che tuttavia premia Vivarini, vittorioso negli ultimi 180’ ed esaltato dallo straordinario tandem Caputo-Donnarumma (13 centri). Venezia imbattuto da 3 turni eppure tradito dalla difesa al Del Duca, reparto che aveva incassato solo 4 reti prima del tris dell’Ascoli. Amnesie lontane dal dicembre 2016 in Lega Pro per SuperPippo, piuttosto legato ai precedenti in Laguna: solo 2 successi toscani in 13 incroci totali.

PALERMO-NOVARA (sabato ore 15.00, diretta su Sky Calcio 1 HD)

Uscito indenne da Frosinone ma abbonato ai pareggi (6, come la Salernitana), il Palermo si è confermato l’unica squadra imbattuta del torneo: dopo 810’ in categoria non accadeva dal Lanciano targato 2013/14. Il ritardo dalla vetta pretende un successo al Barbera contro un Novara in salute, rivitalizzato da 2 vittorie di fila per la gioia del grande ex Corini: 145 presenze in rosanero per l’ex capitano con un passaggio da allenatore nella scorsa stagione. Anche Tedino è una vecchia conoscenza in azzurro poiché tecnico del club ben 19 anni fa. Piemontesi che hanno guadagnato 8 punti nelle riprese rispetto ai primi 45’, vanto bilanciato dal tabù Palermo in trasferta con 24 precedenti senza gioie. Squalificato Sciaudone.

SALERNITANA-FROSINONE (sabato ore 15.00, diretta su Sky Calcio 2 HD)

A braccetto con il Palermo procede a piccoli passi un’altra candidata alla promozione, lontana 5 turni dall’ultima vittoria nonché battuta a Perugia e Novara. Intervallo negativo per il Frosinone di Longo alle prese con un attacco a singhiozzo, solo un gol in 360’ nonostante le tante frecce a disposizione. Attenzione alla trasferta all’Arechi, casa inviolata della Salernitana risorta nel derby contro l’Avellino. Privo di Minala ma reduce da 6 risultati utili, Bollini vanta altrettanti pareggi in campionato: curiosamente il segno 'X' non è mai maturato nei 10 precedenti a Salerno contro i ciociari, 2 successi contro gli 8 granata.

PRO VERCELLI-CARPI (sabato ore 15.00, diretta su Sky Calcio 7 HD)

Sfida interessante al Piola, altro non fosse che i piemontesi di Grassadonia hanno invertito il trend negli ultimi 3 turni: 7 punti, 12 gol segnati e nuove certezze dopo l’avvio shock. Ecco quindi che il penultimo posto della Pro Vercelli non deve ingannare il Carpi dalla vittoria ritrovata: Jelenic decisivo contro l’ex Castori, tre punti che mancavano agli emiliani da oltre un mese. Se l’esterno sloveno è solo il 3° marcatore biancorosso in stagione contro i 9 piemontesi (cooperativa del gol del torneo), il bilancio realizzativo di Calabro è ancora più curioso con 7 gol totali realizzati solo nei primi tempi. Un confronto che nei 5 precedenti a Vercelli ha sempre riservato lo 0-0.

PESCARA-AVELLINO (sabato ore 15.00, diretta su Sky Calcio 4 HD)

Spettacolo garantito all’Adriatico, incrocio tra attacchi prolifici (17 e 18 gol) nonché confronto tra difese vulnerabili punite rispettivamente in 14 e 17 occasioni. A proposito di retroguardie, tuttavia, Zeman ha mantenuto inviolato il reparto nelle ultime 3 trasferte come non accadeva dal 1995 alla guida della Lazio. Sfida da ex per il boemo, allenatore campano nella stagione 2003/04 culminata con la bocciatura in Lega Pro: di fronte troverà Novellino nel braccio di ferro tra mostri sacri dalle promozioni in serie (6 in due). Pescara vittorioso a Parma, Avellino reduce dalle sconfitte in rimonta contro Bari e soprattutto Salernitana a dispetto di un Kresic ormai votato alla rete. Tre turni di stop a Migliorini, uno a Lezzerini.

SPEZIA-PERUGIA (sabato ore 15.00, diretta su Sky Calcio 3 HD)

Cosa succede al Perugia di Giunti? Tre ko di fila per la rivelazione d’inizio stagione, squadra scivolata a -4 dalla vetta e lontana dallo smalto tecnico e realizzativo. Allarma pure il bilancio esterno degli umbri, battuti nelle ultime 3 trasferte prima dell’impegno al Picco contro i liguri aggrappati al bottino casalingo (9 punti conquistati sui 10 totali). Orfano degli squalificati Terzi e Lopez, Gallo deve rialzarsi dopo gli stop contro Cesena e Ternana ma paga la sterilità offensiva (6 gol in stagione, meno di tutti): in attesa di Gilardino, Granoche si è sbloccato confermandosi il miglior bomber straniero all-time della Serie B (92 centri).

PARMA-VIRTUS ENTELLA (sabato ore 15.00, diretta su Sky Calcio 5 HD)

Peggior rendimento interno assoluto (4 punti) per il Parma di D’Aversa, piegato a domicilio anche dal Pescara e prossimo all’esame Entella per accendere il Tardini. In casa emiliana resta d’attualità l’attacco spuntato, d’altronde 5 dei 7 gol segnati portano la firma dei difensori. Anomalie che stimolano i liguri di Castorina, battuti all’86’ dalla capolista Empoli archiviando una serie di 5 risultati utili. Brilla piuttosto la verve offensiva della Virtus (14 centri) tale da doppiare il Parma grazie all’intesa De Luca-La Mantia. Sarà il terzo incrocio tra avversarie vincolate allo 0-0 in passato.

TERNANA-ASCOLI (sabato ore 15.00, diretta su Sky Calcio 9 HD)

Scontri diretti anche nella parte inferiore della classifica come al Liberati, impianto della Ternana risorta contro lo Spezia. Umbri spregiudicati ma divertenti per prestazioni e filosofia offensiva, identikit fedele a Pochesci già apprezzato da esordiente in categoria. Funziona eccome il tridente Tremolada-Albadoro-Montalto (9 gol totali), risorsa che manca all’Ascoli seppure rincuorato da Favilli finalmente a segno dinanzi ad Inzaghi. Marchigiani imbattuti da 4 turni ma abbonati da 270’ al segno 'X', piccoli passi che non esorcizzano il penultimo posto. Cercasi exploit sul campo della pazza Ternana.

CESENA-FOGGIA (sabato ore 15.00, diretta su Sky Calcio 6 HD)

Punti pesanti in palio a Terni come al Manuzzi, match che torna d’attualità dopo 21 anni e che in Romagna ha premiato solo una volta i pugliesi nel lontano 1977. Castori sconfitto al Cabassi dopo l’esordio fortunato, ecco quindi che l’ultimo posto pretende i tre punti per allontanare i fantasmi. Umore diverso in casa Foggia, avanti tre lunghezze rispetto ai padroni di casa dopo il successo ai danni del Perugia. Se Mazzeo si è già preso la B con 5 gol personali, la difesa di Stroppa è la peggiore in categoria: 21 le reti al passivo, ben 16 maturate in trasferta, un campanello d’allarme verso una sfida così delicata.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.