Il Foggia si toglie dai guai: doppio-Mazzeo, 4-1 alla Pro Vercelli. Gol e highlights

Serie B

La squadra di Stroppa trema a inizio partita ma, in 11 contro 10, riesce a ribaltare la Pro: doppietta per Mazzeo, in gol anche Chiricò e Fedato. Ai piemontesi, ora ultimi in classifica, non basta il gol in avvio di Raicevic

CLICCA QUI PER I RISULTATI E LA CLASSIFICA DI SERIE B

Pro Vercelli-Foggia 1-4

9' Raicevic (P), 29', 69' Mazzeo (F), 45' Chiricò (F), 71' Fedato (F)

Il Foggia si rialza e vince una sfida fondamentale per abbandonare le zone bassissime della classifica di Serie B. Con la Pro Vercelli già uno spareggio-salvezza, terminato del migliore dei modi: nonostante il vantaggio piemontese, la squadra di Stroppa con carattere è riuscita a sfruttare l'uomo in più (espulso al 28' Konate) e a ribaltare la partita, trasformando la trasferta del Piola in una vera e propria goleada. Rossoneri ora a quota 14, ferma a 10 - in ultima posizione - invece la squadra di Grassadonia, a secco di vittorie dall'8 ottobre.

Il primo tempo

Comincia bene la Pro Vercelli, padrona del campo fin dai primi minuti di partita. Con il Foggia in difficoltà a prendere le misure, arrivano subito per la squadra di Grassadonia le prime occasioni per andare in vantaggio: al 4’ Raicevic, in posizione di leggero fuorigioco, colpisce con un colpo di testa la traversa; l’azione successiva ci prova allo stesso modo Germano, ma senza fortuna. Piemontesi in pressione, al 9’ è già tempo per il meritato colpo dell’1-0: punizione da posizione defilata di Mammarella, in area si scatena una mischia e proprio Raicevic, da pochi passi, riesce a fulminare Guarna. Per i pugliesi il match si fa subito in salita: con buona personalità, però, il gruppo di Stroppa riesce a rimettersi in carreggiata abbastanza velocemente. Dopo il 15’ la gara si capovolge, con la Pro costretta a rintanarsi in area e provare a ripartire in contropiede (in ripartenza pericoloso Vajushi al 22’). Al 28’ l’evento che può cambiare la partita: triangolazione Mazzeo-Deli, con Konate che in area atterra quest’ultimo. Espulso l’ivoriano e rigore per i rossoneri: dal dischetto Mazzeo non sbaglia e riporta sull’1-1 la gara. Al Piola cambia tutto: in 10-contro-11, ora l’equilibrio si sposta a favore degli ospiti. E il Foggia prova subito ad approfittarne. Al 33’ ancora Mazzeo protagonista: tiro di Deli respinto da Marcone, sulla ribattuta la mette in rete l’attaccante, fermato però per fuorigioco dal guardalinee. La squadra di Stroppa spinge per cambiare subito il risultato, esponendosi anche a qualche rischio: al 36’ Vajushi inventa e serve Raicevic, Guarna però, con un super intervento, strozza in gol la gioia della doppietta al montenegrino. Si avvicina il 45’ e il pareggio sembra poter reggere ancora per poco: dopo la chance sui piedi di Vajushi, il Foggia riesce a ribaltare il risultato. Nel recupero ci pensa Chiricò a fare 2-1: clamoroso abbaglio difensivo di Bruno, l’esterno foggiano ruba la palla e si invola verso la porta, scavalcando Marcone da pochi passi.

Il secondo tempo

Il secondo tempo non lascia spazio a fasi di studio: sia Pro Vercelli che Foggia partono infatti molto forte, per cercare rispettivamente di riaprire e di chiudere la partita. Botta e risposta nei primissimi minuti: al 48’ Chiricò salta Bruno, ma Marcone risponde presente; un minuto dopo, dall’altra parte, Raicevic di sinistro impegna Guarna. I padroni di casa non si arrendono, ma col passare dei minuti l’uomo in meno si fa sentire: neanche il valzer di cambi, con forze fresche in campo, riesce a invertire la rotta della gara. Al 62’ occasione per Morra, che, dopo una bella sponda di Raicevic, trova l’opposizione di Camporese: sarà l’ultima chance per il pareggio per la Pro, che solo pochi minuti più tardi vede scomparire le possibilità di rientrare in partita. Al 69’, infatti, nuovo calcio di rigore per il Foggia: netto fallo di mano di Legati sul tiro di Fedato, dal dischetto Mazzeo non manca l’appuntamento con la doppietta. 3-1. Ma l’impeto rossonero non si placa: passano poco più di 60 secondi e la squadra di Stroppa chiude un uno-due letale: doppia occasione da gol sui piedi di Deli e Agazzi, la palla resta in area e Fedato, da pochi passi, non sbaglia il tap-in che vale il 4-1. Pro Vercelli ribaltata e tramortita: il Foggia - a un passo anche dal 5-1 nel finale, ancora con Fedato - si rilancia e lascia l’ultimo posto in classifica, occupato ora proprio dai piemontesi, fermi a quota 10 punti.

I più letti