Frosinone, Longo: "Con lo Spezia è come una finale! Compattiamoci"

Serie B

Queste le parole dell'allenatore: "Ci teniamo a fare una bella gara, fatta di impegno voglia e convinzione. Cerchiamo di guardare tutti gli aspetti, a me il passato interessa ma credo che a Spezia in tante hanno trovato difficoltà"

Frosinone al primo posto, 23 punti e un sogno chiamato Serie A, l'anno scorso sfumato ai playoff contro il Carpi. Ora, i giallazzurri sono lì, al primo posto con Moreno Longo allenatore. E vogliono restarci: "Dobbiamo compattarci". A cominciare dalla prossima partita contro lo Spezia, test importante per il Frosinone. Le parole di Longo in conferenza stampa. 

"Compattiamoci"

“Questa rabbia per gli infortuni deve tramutarsi in una forza positiva. In questo momento deve uscire la forza del gruppo della squadra dove compattandoci dobbiamo sopperire ai tanti infortuni che abbiamo. Bisogna rimboccarsi le maniche e dare tutti quel qualcosa in più. Formazione? Giocherà Krajnc che riprenderà il suo posto. Ad oggi l’idea è questa, se tutto resterà così giocheremo con lui altrimenti cambieremo. Abbiamo provato Besea, abbiamo provato anche a cambiare modulo e vedremo. Non possiamo andare a La Spezia con una sola idea, dobbiamo avere delle alternative e la squadra si è mostrata pronta anche a cambiare. Brighenti a centrocampo? È un giocatore già duttile nel reparto difensivo, grazie al suo dinamismo se dovesse fare il mediano non sarebbe una follia. Chiaramente sarebbe un adattato ma con la sua grande disponibilità in situazioni di emergenza non sarebbe una follia. Che Spezia mi aspetto? Noi siamo preparati sia per fare la partita che per essere aggrediti. In questo senso la squadra sa come comportarsi, la differenza la farà l’atteggiamento".

"Pensiamo positivo"

"Cerchiamo di guardare tutti gli aspetti, a me il passato interessa ma credo che a Spezia in tante hanno trovato difficoltà perché è un campo caldo con un’ottima tifoseria. Hanno una squadra attrezzata per fare un campionato di livello, anche quest’anno sono competitivi e dunque sarà una gara da prendere con le molle. Non bisogna pensare al sintetico o se il campo è più piccolo o stretto del nostro ma solo a trovare la chiave giusta per portare a casa la gara. Spezia? Finora ha avuto degli alti e bassi, su di loro c’è la pressione della piazza al momento perché sono fuori dai play off. Quando sei obbligato a fare risultato puoi incappare in battute di arresto. Ad Empoli però potevano vincere, mi aspetto una squadra in salute. Sappiamo dove andremo a giocare e chi affronteremo ma dobbiamo pensare a noi e a quello che sappiamo fare. Il primo che rientrerà in gruppo? Sarà Matarese, il suo problema era lieve. Potrebbe già essere convocato per Spezia. Frara ha avuto un problema sulla cicatrice appena chiusa, Soddimo è anch’egli sulla via del recupero. Per Avellino speriamo di recuperare Gori. In queste otto gare dovremmo pensare partita per partita cercando di portare a casa il massimo. Sappiamo che qualche difficoltà di organico c’è ma bisogna pensare positivo”.

I più letti