Salernitana, Bollini: "Rammaricato, bisogna fare di più"

Serie B

L'allenatore granata dopo il KO per 2-1 al Tombolato: "Ci siamo fatti schiacciare, il modulo è l'ultima cosa che mi preoccupa. Sono rammaricato perchè so come la squadra lavora in settimana"

Alla Salernitana manca l’aggancio alla parte alta della classifica di Serie B: i granata sono fermati al Tombolato da un Cittadella scatenato, capace di dare continuità alla vittoria per 3-0 di Palermo. A nulla è servito alla squadra di Alberto Bollini il gol del provvisorio 1-1 di Raffaele Pucino nel primo tempo: “C'era un avversario importante, con un marchio di fabbrica che è il 4-3-1-2. Ci sta che puoi subirne il gioco ma siamo andati un po' nella cappa del grigio della giornata, anche il campo non aiutava ma non concedo alibi alla mia squadra, ci siamo fatti schiacciare”, ha ammesso l’allenatore dei campani al termine del match. “Dopo il pareggio abbiamo riportato la partita sui binari dell'equilibrio ma il non aver imposto il gioco ci ha portato ad andare di nuovo sotto. Subire quel gol lascia l'amaro in bocca, sono rammaricato perché so come la squadra lavora in settimana. Noi volevamo giocare in agilità con Odjer, sulla forza con Rossi ma il terreno di gioco ci ha messo in difficoltà. Sprocati? I calciatori devo prima recuperarli al 100%, non so se da lunedì sarà in grado di allenarsi con il resto del gruppo. Il modulo è l'ultima cosa che mi preoccupa, voglio agonismo, atteggiamento e gioco”.

Alex: "Ora analizziamo cosa non ha funzionato"

A fine gara ha parlato anche l’esterno granata brasiliano Alex, che ha ammesso le difficoltà della squadra palesate al Tombolato: “Sapevamo che sarebbe stata una partita difficile. Ora dobbiamo analizzare cosa ha funzionato e cosa non ha funzionato per andare a vincere a Brescia. Oggi volevamo conquistare i tre punti ma non siamo riusciti a mettere in campo la giusta cattiverie. Dobbiamo giocare ogni partita come se fosse l’ultima”.

I più letti