Pro Vercelli, Grassadonia: "A Parma vogliamo i tre punti"

Serie B

L'allenatore dei piemontesi alla vigilia del match del Tardini: "La settimana è andata bene, sarà una partita di grande fascino. In campo chi mi dà maggiori garanzie"

La Pro Vercelli a caccia della vittoria, su un terreno tutt’altro che semplice come quello del Tardini di Parma. La squadra piemontese vuole trovare i tre punti per uscire dalla zona calda della classifica di Serie B, a una settimana dall’1-1 nel derby contro la Virtus Entella: “Abbiamo lavorato molto sull’approccio alla gara - ha detto Gianluca Grassadonia nella consueta conferenza della vigilia - Ma, come avevo detto al termine della partita con la Virtus Entella, dobbiamo sempre tenere conto che ci sono anche gli avversari in campo. Detto questo, la settimana è andata bene e abbiamo lavorato in funzione di questa gara con il Parma: partita di grande fascino, andremo al Tardini per giocarcela come sempre. Servirà una partita da Pro Vercelli, sotto tutti i punti di vista”. Sul match: “Abbiamo studiato molto bene i nostri avversari, non a caso sono nelle posizioni nobili della classifica. Il Parma non solo ha una rosa di grande qualità, ma è una squadra che sa bene quello che vuole: hanno grande qualità nella fase di possesso palla e una grande mentalità quando sono in fase di non possesso. Sono reduci dalla sconfitta di Carpi: anche a loro in quella situazione hanno pagato l’approccio sbagliato al match; questo, dunque, non succede solo alla Pro Vercelli: è dovuto alla qualità molto alta del campionato di Serie B”.

"Non escludo un cambio di modulo"

Grassadonia ha parlato anche di possibili cambi nella formazione: “Io scelgo in settimana in base a chi mi dà maggiori garanzie, sia dal punto di vista fisico sia mentale. Lavoro molto anche in funzione dell’avversario, in base alle caratteristiche dei giocatori che possono servire ad affrontare al meglio gli avversari. Scelgo chi mi dà maggiori garanzie di lucidità e tenuta atletica. Legati non ci sarà perché è squalificato; Firenze è fermo da una settimana e vediamo se riusciamo a portarlo con noi: è reduce da diverse settimane di lavoro differenziato. Ma la Pro Vercelli deve saper sopperire ad ogni tipo di assenza, altrimenti non avrebbe senso avere una rosa così ampia. Chiaramente, anche se dovessimo recuperarlo, non sarà della partita dal primo minuto: abbiamo lavorato su altre situazioni. Bergamelli? Si è allenato a corrente alternata per il solito problema che si trascina da tempo. Sarà a disposizione, come sempre ultimamente, con un antidolorifico”. Sul 4-3-3: “Se lo manterremo? Vediamo. In questo momento la squadra sa leggere bene anche altre situazioni, non escludo dunque un cambio di modulo con interpreti diversi. Noi dobbiamo fare punti e cercare di sbagliare il meno possibile, a prescindere da quale sia il modulo. Non possiamo prescindere dal fatto di giocarci la partita”, ha concluso.

I più letti