Pro Vercelli, pari a Venezia. Grassadonia: "Meritavamo qualcosa di più"

Serie B

L'allenatore dei piemontesi dopo l'1-1 di Venezia: "Meritavamo qualcosa di più, ma dobbiamo migliorare in fase di realizzazione. La squadra mi è piaciuta, correggeremo qualche errore di troppo"

La Pro Vercelli porta casa un ottimo punto. Dopo il pesante KO contro il Parma dell'ultima giornata, la squadra di Gianluca Grassadonia riesce a strappare un pari sul difficile campo del Venezia: 1-1 il risultato finale. L'allenatore dei piemontesi soddisfatto a metà al termine del match: "Oggi si doveva conquistare un qualcosa in più per l’ottima prestazione dei ragazzi - ha ammesso - Hanno creato tante occasioni, dovevamo essere più bravi a finalizzare ma sono molto conteto della prestazione e dell’orgoglio che abbiamo espresso. Dovevamo essere più attenti su quella palla inattiva. Abbiamo sbagliato dei due contro due, dobbiamo essere più attenti. Mi è piaciuta la mentalità, possiamo mettere in difficoltà chiunque". E ancora: "Abbiamo sbagliato 7-8 occasioni tra primo e secondo tempo, non voglio nemmeno contarle. Abbiamo subito qualche ripartenza di troppo, bravo Marcone, contro il Venezia queste cose non dovrebbero succedere. Mi è piaciuta comunque la squadra, stiamo crescendo ma bisogna correggere diverse situazioni.Su quella palla inattiva siamo finiti in svantaggio, ripeto dobbiamo crescere e rimanere concentrati. Dobbiamo giocare con più malizia ma gli errori ci stanno. Dobbiamo commetterne sempre di meno", ha concluso Grassadonia.

Firenze: "Grassadonia il migliore insieme a Juric"

A parlare nel post partita anche Marco Firenze, autore del gol del pareggio sul finire del primo tempo: "Peccato, perché ho avuto qualche occasione che potevo sfruttare il meglio, ma il calcio è questo. Era importante vincere, spero di farne altri e di raggiungere l'obiettivo a fine campionato. Noi dobbiamo continuare a lavorare, il calcio è fatto di episodi e tante volte non ci sono girati a favore, ma non cerco alibi. Dobbiamo lavorare con tranquillità, conosco il mister e l'ambiente e sono convinto che riusciremo a raggiungere l'obiettivo. Grassadonia? È un allenatore forte, vorrei che tutti vedessero come lavoriamo. Non ho una grande carriera alle spalle, ma insieme a Juric è il migliore che abbia mai avuto. Altri la pensano come me, un motivo ci sarà, posso sembrare di parte, ma non è così. Il ruolo che preferisco è la mezzala, poi se mi fanno giocare da altre parti provo a fare il meglio", ha concluso.  

I più letti