Pro Vercelli, pari a Venezia. Grassadonia: "Meritavamo qualcosa di più"

Serie B

L'allenatore dei piemontesi dopo l'1-1 di Venezia: "Meritavamo qualcosa di più, ma dobbiamo migliorare in fase di realizzazione. La squadra mi è piaciuta, correggeremo qualche errore di troppo"

La Pro Vercelli porta casa un ottimo punto. Dopo il pesante KO contro il Parma dell'ultima giornata, la squadra di Gianluca Grassadonia riesce a strappare un pari sul difficile campo del Venezia: 1-1 il risultato finale. L'allenatore dei piemontesi soddisfatto a metà al termine del match: "Oggi si doveva conquistare un qualcosa in più per l’ottima prestazione dei ragazzi - ha ammesso - Hanno creato tante occasioni, dovevamo essere più bravi a finalizzare ma sono molto conteto della prestazione e dell’orgoglio che abbiamo espresso. Dovevamo essere più attenti su quella palla inattiva. Abbiamo sbagliato dei due contro due, dobbiamo essere più attenti. Mi è piaciuta la mentalità, possiamo mettere in difficoltà chiunque". E ancora: "Abbiamo sbagliato 7-8 occasioni tra primo e secondo tempo, non voglio nemmeno contarle. Abbiamo subito qualche ripartenza di troppo, bravo Marcone, contro il Venezia queste cose non dovrebbero succedere. Mi è piaciuta comunque la squadra, stiamo crescendo ma bisogna correggere diverse situazioni.Su quella palla inattiva siamo finiti in svantaggio, ripeto dobbiamo crescere e rimanere concentrati. Dobbiamo giocare con più malizia ma gli errori ci stanno. Dobbiamo commetterne sempre di meno", ha concluso Grassadonia.

Firenze: "Grassadonia il migliore insieme a Juric"

A parlare nel post partita anche Marco Firenze, autore del gol del pareggio sul finire del primo tempo: "Peccato, perché ho avuto qualche occasione che potevo sfruttare il meglio, ma il calcio è questo. Era importante vincere, spero di farne altri e di raggiungere l'obiettivo a fine campionato. Noi dobbiamo continuare a lavorare, il calcio è fatto di episodi e tante volte non ci sono girati a favore, ma non cerco alibi. Dobbiamo lavorare con tranquillità, conosco il mister e l'ambiente e sono convinto che riusciremo a raggiungere l'obiettivo. Grassadonia? È un allenatore forte, vorrei che tutti vedessero come lavoriamo. Non ho una grande carriera alle spalle, ma insieme a Juric è il migliore che abbia mai avuto. Altri la pensano come me, un motivo ci sarà, posso sembrare di parte, ma non è così. Il ruolo che preferisco è la mezzala, poi se mi fanno giocare da altre parti provo a fare il meglio", ha concluso.  

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.