user
20 dicembre 2017

Serie B, calendario e orari 20^ giornata: Bari-Parma è il big match

print-icon
Serie B (LaPresse)

Archiviato l'anticipo a Venezia, la 20^ giornata della Serie B prosegue alle 20.30 a Cesena con la capolista Palermo. Da non perdere l'incrocio al San Nicola, impegni casalinghi per Frosinone ed Empoli. Spezia e Salernitana all'assalto dei playoff, scontri diretti a Cittadella e Novara. Cosmi affronta Zeman, brividi a Terni

SERIE B, RISULTATI E CLASSIFICA

Prende forma l’edizione più indecifrabile della Serie B, quantomeno ai piani alti della classifica. Merito del Palermo capolista, squadra che per la prima volta in stagione vanta 4 lunghezze di vantaggio sul 3° gradino del podio. Una piccola ma preziosa indicazione a 180’ dal termine del girone d’andata, prima parte di stagione all’insegna dei gol: sono 578 le reti segnate in 19 turni, addirittura 114 in più rispetto allo scorso torneo. Non è tutto: 237 mercature, pari al 41% del bilancio complessivo, sono state realizzate sommando i 15’ finali dei primi e dei secondi tempi (recuperi compresi). Dato che ribadisce tutte le incognite riservate su ogni campo, d’altronde 14 club sui 22 partecipanti si trovano già in doppia cifra per numero di giocatori andati a segno. Se il traffico dalla vetta alla coda resta una costante come l’incertezza, ciò che non manca è lo spettacolo nel nome del gol. Vietato escludere sorprese nella 20^ giornata targata Serie B dopo l’anticipo a Venezia: diamo quindi uno sguardo all’agenda tra incontri, numeri e curiosità.

CESENA-PALERMO (giovedì ore 20.30, diretta su Sky Calcio 2 HD)

Dall’anticipo di Venezia all’impegno del Palermo, capolista che ha confermato la leadership mantenendo 3 lunghezze di vantaggio sul Bari. Tre vittorie nelle ultime 4 uscite per gli uomini di Tedino, privi dell’infortunato Nestorovski ma trascinati da capitan Rispoli (2 reti in 180’). Ancora imbattuti in trasferta dove vantano il bottino più cospicuo del torneo (17 punti), i siciliani fanno tappa al Manuzzi contro il Cesena dalla parabola ascendente: 18 punti conquistati in 12 gare con l’avvento di Castori, allenatore che ha giovato al 21enne Jallow (8 centri) e alla classifica raccogliendo punti addirittura a Parma e a Frosinone. Non ci sarà lo squalificato Cascione.

BARI-PARMA (giovedì ore 20.30, diretta su Sky Calcio 1 HD)

In serata il big match è di casa al San Nicola, sfida tra corazzate affacciate alla vetta della classifica. Archiviato lo 0-3 del Palermo a macchiare una serie di 7 successi consecutivi in casa, il Bari di Grosso ha blindato il 2° posto espugnando Perugia: merito del solito Galano, 13 gol personali ovvero la sua migliore stagione di sempre. Sfumato invece il 5° trionfo di fila al Tardini, il Parma si presenta all’incrocio d’alta quota dopo i pareggi inanellati contro Ternana e Cesena. Eccezion fatta per le reti di Insigne (5) e del parco difensori (ben 8), D’Aversa sta pagando l’assenza dei centravanti Calaiò e Ceravolo: ecco perché il mercato promette un colpo in attacco. Bari e Parma accumulano solo 6 pareggi in campionato (meno di tutti).

FROSINONE-VIRTUS ENTELLA (giovedì ore 20.30, diretta su Sky Calcio 4 HD)

Occasione sprecata dal Frosinone con l’1-1 rimediato a Carpi, pareggio imposto da situazioni di vantaggio per la 5^ volta in stagione. Longo vanta un attacco da 31 reti in stagione e una serie utile lunga 11 partite, tuttavia fatica a schiodarsi dal segno 'X' rimediato già in 10 occasioni. Vietato accontentarsi nel fortino inviolato del nuovo "Benito Stirpe", stadio che accoglie l’Entella reduce dal primo stop dell’era Aglietti: dopo 7 punti in 5 gare, infatti, i liguri sono capitolati a Chiavari contro la Salernitana di Colantuono. Ospiti ripiombati nella zona che scotta, precipizio che pretende un colpo in trasferta centrato solo a Cittadella.

EMPOLI-BRESCIA (giovedì ore 20.30, diretta su Sky Calcio 5 HD)

Al capolinea l’avventura ad Empoli di Vivarini, allenatore esonerato dopo l’1-1 di Cremona nonostante la squadra occupi il 5° posto e risulti imbattuta da 5 partite. Inizia quindi il mandato di Andreazzoli che eredita la macchina da gol del campionato (37 reti) grazie alla coppia d’oro Caputo-Donnarumma, 23 centri in due. Il nuovo corso azzurro prende il via al Castellani, bunker da 20 punti in stagione contro il Brescia bloccato in casa dal Cittadella. A ridosso della zona playout, Marino perde gli squalificati Lancini e Martinelli oltre a lamentare le difficoltà realizzative: 18 i gol segnati, peggio hanno fatto solo Ascoli e Carpi. Curiosamente si affrontano proprio le due squadre con meno giocatori andati a segno: 7 contro 5.

CITTADELLA-CARPI (giovedì ore 20.30, diretta su Sky Calcio 9 HD)

Quattro i punti che separano le avversarie al Tombolato, impianto che ospita lo scontro diretto tra candidate ai playoff. Archiviati venti giorni d’oro, il Cittadella ha rimediato 2 pareggi intervallati dall’eliminazione in Coppa Italia: ciò nonostante Venturato difende la 6^ piazza e vanta un’identità precisa nonostante qualche blackout in stagione. Solo 2 punti racimolati a dicembre invece per il Carpi di Calabro, encomiabile per orgoglio contro il Frosinone sebbene frenato dalla precarietà offensiva con la miseria di 17 gol segnati. E lontano dal Cabassi gli emiliani non vincono da oltre tre mesi (1-0 a La Spezia alla 2^ giornata). Tre turni di squalifica a Sabbione, uno a Iori.

SALERNITANA-FOGGIA (giovedì ore 20.30, diretta su Sky Calcio 3 HD)

Buona la prima per Colantuono in granata complice il 2-0 a Chiavari, vittoria propiziata da Sprocati (6 centri personali) e dal 20enne Adamonis dal dischetto: 2° rigore parato dal portiere lituano in soli 247’ disputati. Senza lo squalificato Minala la Salernitana torna all’Arechi ancora inviolato in stagione prima del match contro il Foggia, squadra coinvolta nella bagarre salvezza. Se Stroppa lamenta una difesa violata già 39 volte in campionato, il 2-2 strappato in extremis contro il Venezia ha ribadito il carattere dei pugliesi in precedenza reduci da 3 stop di fila. Certo è che l’ultimo successo dista 6 turni e spiega il quartultimo posto occupato dai rossoneri.

SPEZIA-AVELLINO (giovedì ore 20.30, diretta su Sky Calcio 7 HD)

A braccetto con la Salernitana a quota 26 punti, due in meno della soglia playoff, chi vive un momento esaltante è lo Spezia di Gallo: 2 vittorie di fila e 3 successi in 360’ per i liguri che a Vercelli hanno centrato la prima gioia in trasferta in questa Serie B. Ecco quindi che sulla strada del tris l’agenda riserva l’Avellino, gruppo viceversa in declino con un filotto di 8 partite senza successi. Novellino mantiene una sola lunghezza di margine sui playout e lontano dal Partenio si è imposto solo a Novara. Campani prosciolti dalle vicende extra-campo (presunta combine del 2013), intanto lo Spezia vola al Picco con 20 punti all’attivo ma rinuncia allo squalificato Maggiore.

NOVARA-PERUGIA (giovedì ore 20.30, diretta su Sky Calcio 6 HD)

Entrambe divise tra velleità playoff e spauracchi playout, le due avversarie appaiate a 23 punti si affrontano al Piola dove il Novara ha raccolto solo 8 punti nel torneo. Nonostante l’ultimo ko a Pescara, infatti, i piemontesi di Corini viaggiano meglio in trasferta (15 punti) rispetto al bilancio casalingo. Certo è che l’ultima vittoria manca da 4 turni prima della sfida al Perugia battuto a domicilio dal Bari: interrotta una striscia di 4 gare positive, tuttavia gli umbri hanno ritrovato smalto tra numeri e prestazioni dall’avvento di Breda. Umbri che non s’impongono in chiave esterna dall’esordio a Chiavari: è giunta l’ora di spezzare il digiuno magari con Di Carmine alla seconda stagione di fila in doppia cifra.

ASCOLI-PESCARA (giovedì ore 20.30, diretta su Sky Calcio 8 HD)

Tre punti ritrovati in casa abruzzese dopo l’1-0 al Novara e risolto pure l’affaire Zeman, allenatore che resta alle redini della squadra archiviando le frizioni con la società. Dopo 3 partite da dimenticare il Pescara è balzato a quota 24 punti nel segno di Brugman, un fattore come Pettinari a 12 centri personali. Porta inviolata per la 4^ volta in stagione prima dell’impegno al Del Duca contro l’ultima della classe. Due pareggi da situazioni di vantaggio in altrettanti incontri dall’arrivo di Cosmi, ex della partita che sta riportando entusiasmo ad un ambiente sfiduciato tra risultati e assenze importanti. E se finalmente arrivasse la vittoria a distanza di due mesi? Assente lo squalificato Perrotta.

TERNANA-PRO VERCELLI (giovedì ore 20.30, diretta su Sky Calcio 10 HD)

Brividi e punti pesanti in palio al Liberati, stadio che presenta lo scontro salvezza tra penultime in classifica. Ternana uscita a testa alta ma sconfitta dal Barbera, ko che ha interrotto la "pareggite" degli umbri dopo 7 partite archiviate sul segno 'X'. Davanti al proprio pubblico Pochesci insegue un successo distante 11 turni contro la concorrente Pro Vercelli piegata dallo Spezia. Passo falso che ha portato all’esonero di Grassadonia e alla nomina di Atzori, allenatore che esordirà sul campo dove militò da difensore ad inizio anni ‘90. Solo 2 punti per i piemontesi nelle ultime 5 uscite: vietato sbagliare per entrambe nell’incrocio bollente.

I gol della Serie B 2017-2018

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi