Perugia, emergenza infortuni per Breda: Rosati torna dopo la sosta

Serie B

Il Perugia è tornato in campo per iniziare a preparare il match contro l'Empoli, Roberto Breda continua però a fare i conti con l'emergenza infortuni: Rosati tornerà dopo la sosta

Il pareggio ottenuto a Novara è ormai archiviato, il Perugia si prepara adesso per la prossima sfida contro l’Empoli. La squadra ha già iniziato a lavorare sul campo agli ordini di Breda, il quale continua a fare i conti con un’emergenza infortuni abbastanza fastidiosa. Antonio Rosati tornerà dopo la sosta, così come Filippo Falco e Simone Emmanuello che proseguono il loro programma di recupero. Ecco il report medico pubblicato sul sito del Perugia:  'La risonanza magnetica eseguita da Antonio Rosati ha escluso lesioni capsulo legamentose al ginocchio sinistro, evidenziando una modesta sofferenza edematosa dell’osso subcondrale. Il giocatore tornerà a disposizione dopo la sosta invernale. Solo terapie per Lorenzo Del Prete a causa di una contrattura muscolare del soleo sinistro. Il giocatore sarà monitorato con controlli clinici quotidiani. Luca Coccolo ha interrotto l’allenamento per una contusione al piede destro in uno scontro di gioco. Filippo Falco e Simone Emmanuello proseguono il lavoro specifico di recupero. Lavoro aerobico sul campo per Mattia Mustacchio. Lavoro differenziato programmato per Nicola Belmonte e Timothy Nocchi'.

Le parole di Cerri

"Sono contento a metà, felice per la rete un po’ meno per il risultato perché avremmo meritato di vincere” le parole di Cerri relative al match pareggiato con il Novara. “Il pareggio però ci ha permesso di muovere la classifica e passare un Natale sereno per tutti. Mi metto a disposizione del mister, anche giocando un po’ più lontano dalla porta. In certi momenti della partita devo sacrificarmi ma lo faccio volentieri e così manco di lucidità davanti la porta. Ho ringraziato Lorenzo che ha messo un gran cross. Noi proviamo sempre a imporre il nostro gioco, poi in campo non siamo da soli. Il Novara non ci ha messo in difficoltà, il problema è che per sessanta minuti non siamo stati troppo incisivi. Però ci abbiamo creduto e abbiamo giocato un ottimo finale di gara. Devo crescere tanto, anche sotto porta. A me piace molto uscire e fraseggiare con i compagni, per completarmi devo continuare a lavorare così e farmi trovare pronto dentro l’area".

I più letti