Perugia, Di Carmine: "Rimbocchiamoci le maniche, la classifica è brutta"

Serie B

L’attaccante del Perugia è deluso per il ko arrivato nell’ultima gara dell’anno contro l’Empoli, i due gol realizzati non leniscono l’amarezza legata alla mancanza di risultati

L’ultima gara dell’anno non ha riservato sorprese positive al Perugia, sconfitto per 4-2 in casa dall’Empoli. Una prova davvero negativa quella degli uomini di Breda, costretti a capitolare sotto i colpi di Donnarumma e Caputo, abili a bucare una disattenta difesa umbra. Sul match perso contro i toscani è tornato a parlare Samuel Di Carmine, unico a salvarsi del Perugia grazie ai due gol realizzati. "La Serie B è un campionato di episodi e noi negli episodi sbagliamo sempre perché come gli avversari tirano fanno gol, invece noi per farlo uno dobbiamo fare almeno 3 o 4 azioni. Inutile che diciamo che siamo forti, che siamo da serie A o da playoff perché poi il campo dà altri verdetti. Quello che dovremo fare è rimboccarci le maniche e fare più punti possibili del 2018 perché adesso la classifica è brutta però possiamo ancora arrivare alto. Certo dovremo cercare di subire meno gol possibili". Deluso anche Breda: "In questo periodo ci sta girando tutto contro. I fischi da parte dei tifosi sono meritati sia per me che per il gruppo. In questa sosta dovremo dare un’accelerata nella lettura delle situazioni e capire come vanno interpretate certe cose. Non possiamo andare avanti solo di tecnica e di tattica".

Il racconto del match

Reti a grappoli piuttosto al Curi e soprattutto in casa Empoli, la macchina da gol della B con 42 centri a referto. Abbondanza concessa ad Andreazzoli reduce dal primo successo sulla panchina toscana dopo il 4-2 esterno a Perugia, risultato archiviato dalla premiata ditta Caputo-Donnarumma. Sono 27 i gol della coppia d’oro, rispettivamente capocannoniere con 17 sigilli (nonché bomber dell’anno solare con 23 reti) e degno partner a quota 11 gol dopo l’ultima doppietta. Bis concesso anche da Di Carmine, altro attaccante implacabile in categoria con 12 acuti personali, tuttavia vani per raddrizzare le sorti degli umbri prima della sosta. L’Empoli inanella invece la 7^ gara utile consecutiva e risponde presente ai piani alti della graduatoria.

I più letti