Brescia, Boscaglia: "Rinvio col Perugia? Dobbiamo solo pensare che si giocherà, voglio mentalità vincente"

Serie B

Le parole in conferenza stampa dell’allenatore del Brescia in vista della prossima sfida in campionato contro il Brescia, a forte rischio a causa della forte nevicata che si è abbattuta sullo stadio Renato Curi: "Non voglio cali di concentrazione: serve mentalità vincente"

SERIE B, IL PROGRAMMA DELLA 28^ GIORNATA

Turno infrasettimanale in Serie B valido per la 28^ giornata, ma sono diverse le gare che potrebbero non disputarsi a causa delle difficili condizioni metereologiche che si stanno verificando in queste ore su tutto il Paese. Critica la situazione a Perugia, dove martedì alle 20:30 è in programma la gara tra la squadra di Breda e il Brescia di Boscaglia: una forte nevicata si è abbattuta sullo stadio Renato Curi e la possibilità di rinvio, concreta, è al vaglio delle autorità competenti. I teloni messi a protezione del terreno di gioco, infatti, sono sommersi dalla neve, ma a preoccupare maggiormente sono le lastre di ghiaccio che si sono formate sugli spalti e che dunque metterebbero a rischio l’incolumità del pubblico. In attesa di una decisione definitiva, Roberto Boscaglia rimane concentrato sulla gara: "Sappiamo che la situazione è critica e che una decisione non è ancora stata presa – ha detto l’allenatore del Brescia in conferenza stampa -, ma noi dobbiamo essere pronti e pensare soltanto che la partita si giocherà".

Mentalità vincente, non dobbiamo temere nessuno

Nonostante la gara sia a rischio, dunque, l’allenatore del Brescia non vuole cali di concentrazione da parte dei suoi. Dopo aver ottenuto 10 punti nelle ultime 4 partite, l’obiettivo è quello di allungare ulteriormente la striscia positiva: "A Foggia abbiamo mostrato una mentalità vincente – ha proseguito Boscaglia -, questa è la cosa che mi è piaciuta di più. I tre punti ottenuti in trasferta ci devono dare ancora più sprint, io non voglio vedere tranquillità perché, nonostante gli ultimi risultati positivi, non abbiamo ancora fatto nulla e il pericolo è sempre dietro l’angolo. Con il Perugia dovremo cercare di sbagliare il meno possibile, loro saranno carichi dopo la vittoria con il Frosinone capolista. Sono una squadra forte, con doti fisiche e tecniche importanti e con qualità sia nei singoli che a livello collettivo. Ma noi non dobbiamo temere nessuno. E non lo dico per presunzione: stiamo bene e dobbiamo affrontare a testa alta l’avversario".

I più letti