Frosinone, Longo: "Lotteremo fino all’ultimo istante per la A"

Serie B
longo_getty

"Nel mese di marzo e aprile avevo già detto che sarebbe iniziato un altro campionato. Ci giochiamo qualcosa di importante e dovremo già domani fare una gara di altissimo livello" ha dichiarato l’allenatore in conferenza stampa

Al Frosinone serve una vittoria per rialzare la testa dopo l’ultimo ko, la sconfitta contro il Palermo dovrà essere cancellata già nel prossimo impegno in programma domani contro la Salernitana di Colantuono. Moreno Longo non vuole altri passi falsi, come sottolineato anche in conferenza stampa alla vigilia del match; l’allenatore ha poi anche avuto modo di fare anche il punto sulle condizioni del suo gruppo; queste tutte le dichiarazioni: "Nel mese di marzo e aprile avevo già detto che sarebbe iniziato un altro campionato. Ci giochiamo qualcosa di importante e dovremo già domani fare una gara di altissimo livello, per ripartire al meglio dopo una sconfitta. Infortunati? Sammarco non sarà ancora tra i convocati, dovrà compiere un iter per poter essere al meglio. Ma a breve lo rivedremo. Crivello ha fatto ulteriori accertamenti. Il suo recupero prosegue ma non sarà convocato. Abbiamo tante assenze, la formazione sarà Vigorito, Brighenti, Ariaudo, Terranova, Beghetto, Gori, Paganini, Maiello, Ciano, Dionisi, Daniel Ciofani".

E ancora: "Bardi un caso? In questo momento sfruttiamo l’onda positiva di Vigorito. Ha lavorato bene e con entusiasmo. Ho a che fare con 3 portieri molto intelligenti, ne ho parlato con lui. Di mezzo c’è solo il bene del Frosinone. Si è guadagnato la giusta continuità. Domani servirà il massimo rispetto dell’avversario, la Salernitana è reduce da un ottimo momento, ha trovato la sua fisionomia e nella partita secca questa squadra è molto temibile. Sarà un match difficile che noi dovremo cercare in ogni modo di vincere. Come uomini avremo solo la variante di Paganini per Matteo Ciofani rispetto allo standard. Sarà un Frosinone che cercherà di fare la partita per 90′ con la propria mentalità, cercando di costruire le opportunità per vincerla. In questo senso però va considerato che di fronte ci sarà un avversario che ci indurrà a scelte diverse".

"Nel bene e nel male ci metto sempre la faccia - ha concluso tornando sul ko di Palermo - non mi sottraggo dalle mie responsabilità. Mi è solo dispiaciuto, che su alcune cose come vedi il cambio di Ciano, è stata scritta una bugia: ha chiesto lui di essere sostituito e poi è stato male negli spogliatoi. Il tifoso è libero di esprimere il proprio giudizio, come tutti, ma bisogna essere costruttivi. Il campionato non finirà nemmeno tra 12 partite e io la vittima sacrificale non la faccio. Io penso a voler andare direttamente in A, ma se non fosse così bisognerà lottare, fino all’ultimo istante per il nostro obiettivo, questo è chiaro".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche