Serie B, Balata: "Valutiamo l'introduzione del Var già da questa stagione per playoff e playout"

Serie B
balata_mauro_lapresse

Il presidente della Lega serie B ha annunciato che è al vaglio l'ipotesi di introdurre il Var in occasione dei prossimi playoff e playout: "L'obiettivo è portare l'uso della tecnologia in campo a pieno regime dalla prossima stagione"

TUTTE LE NOTIZIE SUL VAR

I risultati ottenuti dal Var in questa stagione di serie A stanno spingendo anche la Lega di B ad introdurlo, senza comunque attendere la prossima stagione. Il presidente Mauro Balata, infatti, ha aperto scenari importanti con le dichiarazioni rilasciate all’agenzia Adnkronos, svelando la possibilità che l’assistenza tecnologica venga introdotta nel campionato di B in occasione dei playoff e dei playout di questa stagione sportiva. "E’ assolutamente così, stiamo valutando l’ipotesi e vorremmo procedere ad introdurre il Var a partire da questo campionato, precisamente per i playoff e playout di questa stagione sportiva, ove possibile, per portare poi l'uso della tecnologia in campo a pieno regime dalla prossima stagione".

Problema dei costi

Una mossa sorprendente e innovativa quella del presidente della Lega B, per nulla spaventato dai costi che si dovranno affrontare per allestire tutta l’attrezzatura prevista dal Var: "La nostra Lega ha già da diversi mesi avviato uno studio di fattibilità del progetto per capire i costi, tecnologici ed infrastrutturali. Siamo in attesa di conoscere dall’Aia costi, tempi e modi per procedere all'introduzione del Var che sicuramente garantirà un apporto importante in termini di regolarità e trasparenza al nostro campionato".

Il Var ai Mondiali

Il Var esordirà anche ai prossimi Mondiali di Russia 2018, a sottolinearlo è stato nei giorni scorsi il presidente della FIFA Gianni Infantino: "Siamo molto contenti di questa approvazione", ha detto il numero uno della Federazione, definendola una "decisione storica". L’arbitro - è stato deciso - potrà ricorrere all’aiuto del suo video assistente solo in quattro casi: per decidere se convalidare un gol, per attribuire un cartellino rosso, per analizzare un’azione potenzialmente da rigore e, infine, per correggere un errore di identificazione di un giocatore sanzionato. Infantino ha poi spiegato che con l’aiuto dei Var ai Mondiali, gli arbitri potranno disporre di un aiuto per ridurre gli errori nel corso della partita. “Nel 2018 non è possibile che tutto il mondo possa sapere in un minuto che l’arbitro ha commesso un errore e il diretto interessato no perché noi glielo abbiamo impedito".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche