Brescia, Boscaglia: "Le defezioni? Non andremo a Bari per fare una passeggiata"

Serie B
boscaglia_brescia_getty

Le parole dell’allenatore biancazzurro in conferenza stampa in vista della prossima gara di campionato contro il Bari: "E’ vero che mancheranno diversi giocatori, ma bisogna scendere in campo con un atteggiamento sempre aggressivo. Non possiamo sbagliare l’approccio alla partita". Triennale per il giovane Viviani

SERIE B, IL PROGRAMMA DELLA 32^ GIORNATA

Un solo punto nelle ultime tre partite di campionato, il Brescia ha estrema necessità di riprendere il cammino verso la salvezza. Una sola lunghezza di vantaggio sulla zona playout per la squadra di Roberto Boscaglia, che nel prossimo turno avrà un’altra prova complicata. Trasferta al San Nicola contro il Bari di Fabio Grosso, la gara per i biancazzurri sarà ancor più difficile a causa delle diverse assenze. Tra giocatori impegnati con le rispettive Nazionali, squalifiche e infortuni, saranno ben cinque gli indisponibili. Un fattore che però non deve far perdere fiducia al Brescia: parola di Boscaglia, che in conferenza stampa ha chiesto uno spirito combattivo ai suoi. "E’ vero che avremo alcune defezioni – ha detto l’allenatore del Brescia – ma in ogni caso in campo si va sempre in undici e i giocatori ci sono. Di sicuro non andremo a Bari per fare una passeggiata. Sappiamo che affronteremo un gruppo forte, formato da giocatori di categoria anche superiore, di conseguenza non possiamo assolutamente sbagliare l’approccio alla partita, cosa che purtroppo è successa in altre circostanze. Dovremo scendere in campo con un atteggiamento aggressivo, ben consapevoli che ci troveremo di fronte una squadra costruita per vincere. Nell’ultima partita contro la Cremonese nel primo tempo siamo stati troppo macchinosi, mentre nella ripresa abbiamo reagito e ci siamo resi protagonisti di una bella reazione, con un piglio che mi è piaciuto molto. Ripartiamo da quello".

Triennale per Viviani

Non soltanto la partita con il Bari, il Brescia guarda anche in prospettiva e pensa al futuro. La società biancazzurra ha infatti messo sotto contratto per le prossime tre stagioni il centrocampista classe 2000 Mattia Viviani. "Mi piace lavorare con i giovani, ma è chiaro che non devono giocare per forza – ha detto Boscaglia -, ma soltanto se sono forti. Viviani ha qualità importanti e la testa giusta per fare questo mestiere, sembra un giocatore che si può fare, però non bisogna mettergli pressioni”. Ad annunciare l’accordo con Viviani è stato lo stesso Brescia attraverso questa nota apparsa sul proprio sito ufficiale: “ La società Brescia Calcio FC è lieta di annunciare la sottoscrizione del primo contratto da professionista del centrocampista Mattia Viviani. Il classe 2000 entrerà a far parte della Prima Squadra divenendo il secondo giocatore più giovane presente nel team biancoazzurro. L'investimento sul giovane proveniente dalla Primavera biancoazzurra rappresenta l'impegno e la lungimiranza del club nel voler valorizzare i prodotti del proprio vivaio come già accaduto per Sandro Tonali. Il giocatore ha firmato un contratto triennale ed indosserà la maglia numero 5".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.