user
13 aprile 2018

Serie B, calendario e orari 35^ giornata: Empoli al test Pro Vercelli

print-icon
Serie B (LaPresse)

Archiviati gli anticipi a Foggia e Parma, la 35^ giornata della Serie B prosegue al Castellani dove l'Empoli capolista riceve la Pro Vercelli. Palermo e Frosinone ospitano Cremonese e Spezia, il Bari fa tappa a Pescara. Antipasto playoff al Curi, Carpi e Salernitana all'assalto dell'8° posto. Punti pesanti da Chiavari a Novara

SERIE B, RISULTATI E CLASSIFICA

Non hai Sky? Guarda lo Sport che ami subito e senza contratto su NOW TV!

È una Serie B da record, campionato che a 8 turni dal termine della regular season ha già scritto la storia. Dopo i 28 centri accumulati nell’ultimo weekend sono 970 i gol segnati in stagione, otto in più del primato precedente quando il calendario prevede ancora 88 partite. Il prossimo obiettivo non possono che essere le 1000 reti, traguardo nel mirino grazie ad una verve ritrovata nonché alle sorprese all’ordine del giorno: quanti colpi di coda negli ultimi 90’, squilli nella zona che scotta a prendersi la scena rispetto alle prime della classe. Sullo sfondo restano equilibrio e incertezza, tuttavia il torneo è più vivo che mai sulla strada del rush finale. Già inaugurata a Foggia e Parma, diamo uno sguardo alla 35^ giornata tra incontri, numeri e curiosità.

Quando e a quali orari si gioca la 35^ giornata della Serie B?

Il turno prende il via venerdì con due anticipi: alle 19.00 apre Foggia-Ascoli, si prosegue alle 21.00 con il duello playoff tra Parma e Cittadella. Il programma si completa sabato alle 15.00 con i restanti 9 incontri in contemporanea, agenda così delineata in virtù dell’appuntamento infrasettimanale tra lunedì e martedì.

Dove si gioca il big match di giornata?

Esami casalinghi sulla carta gestibili per le prime tre della classe, ecco quindi che il programma riserva due partite indicative nella parte alta della classifica. L’anticipo al Tardini pone il confronto tra l’ottimo Parma (6 vittorie nelle ultime 7 uscite) in corsa per la promozione diretta e il Cittadella, regina del campionato in trasferta con 30 punti complessivi eppure reduce da 3 ko di fila. L’antipasto playoff riguarda invece Perugia e Venezia entrambe sconfitte nell’ultimo turno: Breda ko ad Avellino dopo 9 gare utili e 23 punti all’attivo, passi falsi invece per Inzaghi che ha raccolto solo un punto in 270’. Compito arduo al Curi per i veneti lontani oltre 5 mesi dall’ultimo colpo in trasferta, d’altronde il Perugia vince da 5 gare in casa senza concedere reti.

Chi ferma l’Empoli capolista?

Nemmeno gli infortuni, lo possiamo dire. Sebbene privi a La Spezia di Donnarumma e Rodriguez, spalle del capocannoniere Caputo, i toscani di Andreazzoli hanno strappato un punto grazie al guizzo del 21enne Piu alla prima da titolare in stagione. La capolista della B marcia verso l’immediato ritorno nella massima serie a suon di numeri esaltanti: macchina da gol del torneo con 72 reti, squadra a segno da 24 gare di fila a caccia del record del Pescara di Zeman (26 partite consecutive in gol nell’annata 2011/12). A proposito di primati, la striscia d’imbattibilità lunga 20 turni è a pochi passi dalle 22 partite immacolate dell’Empoli di Somma targato 2004/05. Aggiungiamo all’elenco il saldo di punti conquistati al Castellani (40) e nel girone di ritorno (33), altri due vanti in questo campionato. Insomma, è solo questione di tempo per la festa dell’Empoli nonostante gli scongiuri di Andreazzoli.

Come procede la corsa alla promozione diretta?

Detto della marcia dell’Empoli, il 2° posto che vale l’altro pass per la Serie A bypassando i playoff non ammette più solo due candidate bensì tre. Merito della scalata del Parma vittorioso proprio contro Palermo e Frosinone grazie ai palermitani Calaiò e Di Gaudio, colpi che ammettono un ritardo di sole due lunghezze dalla coppia sul podio. Dopo l’anticipo contro il Cittadella, gli emiliani seguiranno le fatiche casalinghe delle due rivali attese rispettivamente da Cremonese e Spezia: la bagarre per il salto di categoria è quindi più viva che mai.

Come è andato l’esordio delle new entry in panchina?

Decisamente positivo il battesimo di Foscarini ad Avellino, vittorioso 2-0 contro un Perugia in ottima salute. Da applausi il bis di Castaldo per un successo che mancava da 7 turni e che vale un margine di due lunghezze sulla soglia playout, ossigeno puro verso la delicata trasferta di Chiavari. Promosso anche Pillon che ha addirittura sfiorato il colpo al Barbera, 1-1 il finale lamentando errori sotto porta e soprattutto un rigore sprecato da Brugman. Il divario ridotto dalla zona bollente impone un risultato pieno all’Adriatico contro il Bari di Grosso, vittoria che manca al Pescara addirittura da 10 partite.

Quali novità nella corsa alla salvezza?

Piccoli passi per Avellino e Pescara rinnovate alla guida tecnica, certo è che l’ultimo turno ha registrato più movimenti nella parte bassa della classifica rispetto ai vertici della graduatoria: se il solo Parma ha vinto tra le prime otto della classe, i colpi di coda non sono mancati a partire dal fanalino Ternana che ha travolto 5-1 il Cittadella. Nulla di fatto il derby tra Pro Vercelli e Novara a differenza dell’ennesima conferma dell’Ascoli, imbattuto da 4 turni con 10 punti all’attivo. Importante il blitz del Brescia al Penzo, ancora più significativo il 3-0 del Cesena nello scontro diretto con l’Entella superata al quintultimo posto. Nient’altro che ulteriori dimostrazioni per un campionato mai così acceso sulla strada del rettilineo finale.

Amarcord e incroci in calendario?

New entry del campionato alla guida del Pescara, Bepi Pillon ospita il Bari che ha allenato in Serie B nella stagione 2003/04: i pugliesi vennero retrocessi dopo il playout perso contro il Venezia, tuttavia il fallimento del Napoli valse il ripescaggio in categoria. Pillon affronta il collega Fabio Grosso, tutt’altro che un ex eppure cresciuto proprio nel capoluogo abruzzese. Vecchia conoscenza al Liberati e oggi allenatore del Novara, Mimmo Di Carlo ritrova la Ternana dove giocò da centrocampista nella C2 1986/87, ex della sfida come Fabrizio Castori in Salernitana-Cesena: l’attuale tecnico romagnolo guidò due volte con altrettanti esoneri i granata in B dieci anni fa.

Quali sono le curiosità legate ai numeri?

Segno 'X' vietato al Tardini in Parma-Cittadella: 8 i pareggi raccolti a testa in campionato, solo il Foggia con 7 ne ha accumulati meno. Quasi un testacoda quello tra Empoli e Pro Vercelli al Castellani violato in stagione solo dal Cittadella, tuttavia i piemontesi furono l’ultima avversaria a battere gli azzurri (2-1 in rimonta al Piola) prima della striscia di 20 gare utili di fila. È crisi aperta in casa Cremonese, squadra senza vittorie da 12 turni e precipitata in classifica: gli uomini di Tesser hanno pareggiato ben 17 volte, più di tutti, bilancio che anticipa l’impegno a Palermo. Attenzione a Brescia-Carpi: eccezion fatta per l’Ascoli (33 gol), si affrontano i due attacchi più sterili della Serie B con 34 e 28 reti segnate. Non è un caso che gli emiliani siano a secco da oltre 200’. Infine c’è la Ternana, mai vittoriosa in trasferta nel torneo (solo 6 punti esterni) eppure prossima alla sfida al Piola contro il Novara il cui trend casalingo (20 punti) è superiore solo a quello della Pro Vercelli. E se fosse la volta buona per la formazione di De Canio?

Chi è stato il protagonista dell’ultimo turno?

Doveroso ricordare i bis di Castaldo e Di Gaudio, prodezze determinanti ai due poli della classifica, tuttavia l’exploit di Tremolada non ha avuto eguali nello scorso weekend. Trequartista classe 1991 dal piede sinistro educato, il numero 16 della Ternana ha segnato tre reti nel sonoro 5-1 rifilato al Cittadella dall’ultima della classe. La prima tripletta della carriera è andata a referto in meno di 15’, pomeriggio impreziosito dal 2° acuto ovvero il gol direttamente da calcio d’angolo. Storia nella storia: Tremolada aveva già colpito l’anno scorso direttamente da corner con la maglia dell’Entella a spese delle stesso portiere, Enrico Alfonso dai trascorsi nell’Inter proprio come lui. Non è un mistero che la soluzione dalla bandierina rientri nel suo repertorio, un’arma in più per la disperata rincorsa salvezza degli umbri.

Tremolada a segno da calcio d'angolo

Tutta la programmazione Sky in diretta

Foggia-Ascoli (venerdì ore 19.00, diretta su Sky Calcio 2 HD)

Parma-Cittadella (venerdì ore 21.00, diretta su Sky Calcio 1 HD)

Empoli-Pro Vercelli (sabato ore 15.00, diretta su Sky Calcio 3 HD)

Palermo-Cremonese (sabato ore 15.00, diretta su Sky Calcio 2 HD)

Frosinone-Spezia (sabato ore 15.00, diretta su Sky Calcio 4 HD)

Pescara-Bari (sabato ore 15.00, diretta su Sky Calcio 5 HD)

Perugia-Venezia (sabato ore 15.00, diretta su Sky Calcio 6 HD)

Brescia-Carpi (sabato ore 15.00, diretta su Sky Calcio 7 HD)

Salernitana-Cesena (sabato ore 15.00, diretta su Sky Calcio 8 HD)

Virtus Entella-Avellino (sabato ore 15.00, diretta su Sky Calcio 9 HD)

Novara-Ternana (sabato ore 15.00, diretta su Sky Calcio 10 HD)

I gol della Serie B 2017-2018

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi