Empoli, tutte le combinazioni per la possibile promozione in Serie A già nel prossimo turno

Serie B

Dopo la vittoria nella 36^ giornata di Serie B contro il Cesena, la squadra di Aurelio Andreazzoli potrebbe festeggiare la matematica promozione in Serie A già nella prossima giornata. Qualora Caputo e compagni dovessero vincere lo scontro diretto in trasferta contro il Frosinone e Parma e Palermo non dovessero fare bottino pieno, il traguardo potrebbe essere tagliato con uno straordinario anticipo

EMPOLI DA RECORD: CHE NUMERI PER LA SQUADRA DI ANDREAZZOLI
SERIE B, I RISULTATI DELLA 36^ GIORNATA: GOL E HIGHLIGHTS

Un cammino impressionante, una vera e propria macchina perfetta. Una sola squadra a dominare il campionato di Serie B 2017/18, l’Empoli di Aurelio Andreazzoli. Dopo la vittoria di forza ottenuta nella trentaseiesima giornata in trasferta contro il Cesena (ventiduesimo risultato utile consecutivo), infatti, i toscani hanno di fatto ipotecato la promozione in Serie A, iniziando il conto alla rovescia per la festa. Primo posto in classifica con larghissimo vantaggio sulle avversarie a sei giornate dal termine della stagione regolare: 11 i punti in più rispetto alla prima inseguitrice, il Frosinone di Longo, ben 13 le lunghezze sulle due squadre che occupano le prime posizioni della zona playoff, Parma e Palermo. E’ per questo motivo che la vittoria del campionato e la promozione nella massima Serie potrebbero arrivare già nel prossimo turno.

Le combinazioni per la Serie A

Il giorno da cerchiare in rosso sul calendario per i tifosi dell’Empoli è lunedì 23 aprile. Donnarumma, Caputo e compagni, infatti, saranno impegnati in posticipo proprio sul campo della prima inseguitrice, il Frosinone. Un vero e proprio match point la gara dello stadio ‘Benito Stirpe’: qualora gli uomini di Andreazzoli vincessero, infatti, potrebbe essere matematicamente Serie A. Attenzione però, per far sì che la promozione si possa concretizzare già nel prossimo turno non basterà soltanto battere i gialloblu di Longo. Per gli azzurri, infatti, sarà necessario che Palermo e Parma, impegnate rispettivamente in casa contro Avellino e Carpi, non facciano bottino pieno. A quel punto la distanza dal terzo posto aumenterebbe ancora, arrivando a 15 punti a cinque giornate dalla fine. Sarebbe promozione matematica, in quanto l’Empoli si trova in vantaggio negli scontri diretti sia con il Palermo (3-3 e 4-0 nelle due sfide contro i rosanero), sia con il Parma (1-2 e 4-0 nei due match contro i gialloblu). Qualora si dovessero verificare queste ipotesi, dunque, per i toscani sarà Serie A già nel prossimo turno di campionato. In caso contrario sarà necessario attendere ancora, con un eventuale prossimo match point in programma il prossimo 28 aprile, allo stadio Castellani, contro il Novara.

Andreazzoli: "Dare ancora il massimo in queste ultime sei partite"

Più che soddisfatto del cammino straordinario dei suoi Aurelio Andreazzoli, che dopo la vittoria sul campo del Cesena ha chiesto la massima concentrazione in vista di questo rush finale. "Contro il Cesena siamo partiti con una mezz’ora fantastica – ha detto l’allenatore dell’Empoli – e vedere la mia squadra giocare in questo modo mi ha riempito di soddisfazione. Poi la vittoria è stata sofferta, soprattutto per come i nostri avversari hanno disputato la ripresa. Ma dopo essere stati raggiunti, abbiamo reagito ancora una volta e siamo stati bravi a tornare in vantaggio. Se dovessi giudicare la mia squadra, direi che prima è stata bellissima, dopo un po’ meno. Ma il fatto di essere riusciti a portare a casa un risultato nonostante qualche difficoltà mi dà molta soddisfazione, questa squadra ha dimostrato di avere molte facce. Il match point per la promozione nel prossimo turno contro il Frosinone? Dovremo essere noi a farlo diventare tale, ma se sarà così lo vedremo soltanto a fine partita. Guarderemo la classifica soltanto una volta che la partita sarà finita. Non voglio che la mia squadra si prenda nessuna pausa perché so quello che abbiamo fatto per arrivare a questo punto. E non voglio che ci sia una pausa nemmeno se raggiungeremo il nostro obiettivo: abbiamo un impegno con noi stessi fino al prossimo 18 maggio, dobbiamo fare sempre il massimo. Mancano sei partite, un mini torneo, e noi vogliamo soltanto esprimere il massimo".

I più letti