Ascoli, Cosmi: "Sarà una gara speciale"

Serie B
cosmi_ascoli_sito

L’allenatore ritrova la sua ex squadra: "Ho un paio di dubbi, uno con riferimento ai tre di difesa e un altro relativo all'esterno di destra. Affrontiamo una squadra di assoluto livello, Di Carmine sta facendo un grandissimo campionato, ma il Perugia non è solo lui"

Sarà una sfida certamente speciale per Serse Cosmi, che domani con il suo Ascoli sarà impegnato contro la sua ex squadra, il Perugia. Di questo aspetto e non soltanto ha parlato proprio l’allenatore in conferenza stampa alla vigilia della sfida: "E' una partita speciale - ha detto - ma l'importanza che hanno per l'Ascoli il risultato e la classifica mi consente di viverla con meno pensieri per la testa perché ho chiare le nostre priorità. Il mestiere di allenatore ti porta sempre a lavorare per tirare fuori il massimo da ogni partita e quindi non ci sarà spazio per altri discorsi diversi dal campo. Non è la prima volta che affronto il Perugia da avversario, è capitato due volte col Genoa e quattro volte col Trapani. Il risultato di Cremona è stato importantissimo, ma quella di domani sarà un'altra partita, sarà la prima di tre sfide casalinghe e vogliamo che per noi questo rappresenti un piccolo vantaggio. In settimana la presenza del Presidente è stata importante e ci ha fatto piacere. Favilli? Questa settimana ha svolto col gruppo solo le esercitazioni tecniche e ho capito quanto abbiamo perso, la sua è stata un'assenza troppo importante e troppo difficile da sopportare per una squadra come la nostra. Strada facendo abbiamo perso un po' di interni di ruolo, quando sono arrivato avevo Bianchi, Martinho, Carpani e D'Urso e per domani ha recuperato solo quest'ultimo; a Cremona comunque Addae e  Kanoute hanno saputo interpretare quel ruolo abbastanza bene”.

“Ho un paio di dubbi, uno con riferimento ai tre di difesa e un altro relativo all'esterno di destra; giocherà o Florio, che ha fatto bene a Cremona anche in occasione del rigore o Mogos. Non mi piace parlare di turn over, ma è normale che con tre gare ravvicinate e i primi caldi devo prendere in considerazione un po' di turnazione. Varela-Monachello? Stanno bene insieme, danno profondità e gol, stanno meglio di tutti in questo momento anche se Varela ha un modo di giocare che non gli consente di reggere 90', ma abbiamo Ganz, Clemenza, Rosseti e De Feo che possono subentrare. Il Perugia è una squadra di assoluto livello, Di Carmine sta facendo un grandissimo campionato, ma il Perugia non è solo lui: mi vengono in mente Cerri, che ha segnato tanti gol e ha fatto tanti assist anche decisivi, Diamanti che è uno che ha sempre saputo giocare molto bene a calcio e che sarà pericoloso fino all'ultima partita che disputerà, c'è una difesa affidabile con Del Prete, Belmonte e Volta anche se nelle ultime gare sono finiti un po' nel mirino per i gol incassati; a centrocampo Gustafson è quello che mi ha impressionato di più, ma cito anche Colombatto senza dimenticare gli attaccanti Buonaiuto, Mustacchio".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche