user
04 maggio 2018

Serie B, calendario e orari 40^ giornata: revival Frosinone-Carpi

print-icon
Serie B (LaPresse)

Ultimi 270' in Serie B con la 40^ giornata al via sabato alle 15.00: il Frosinone ritrova il Carpi, Palermo atteso a Terni. Inzaghi ospita il Foggia, antipasto playoff tra Bari e Perugia. Cittadella all'esame Brescia, vietato sbagliare per il Novara. Impegni esterni per Entella e Pro Vercelli, si salvi chi può ad Ascoli. Domenica il Parma fa tappa a Cesena, lunedì chiude l'Empoli già promosso

SERIE B, LA DIRETTA GOL DELLA 40^ GIORNATA

SERIE B, RISULTATI E CLASSIFICA

Non hai Sky? Guarda lo Sport che ami subito e senza contratto su NOW TV! Clicca qui

Tre turni al termine della regular season e solo un verdetto ufficiale in questa Serie B, campionato che si conferma votato all’equilibrio e all’incertezza. Già, perché se al vertice chi macina punti e record è l’Empoli di Andreazzoli, dal 2° posto alla griglia playoff fino alla lotta per non retrocedere incontriamo una classifica tutta da scrivere. Da aggiornare il saldo realizzativo che tocca quota 1.109 gol totali, 80 reti in meno del bilancio targato 2007/08 ovvero il primato con la formula a 22 squadre. Un traguardo nel mirino del torneo all’insegna dello spettacolo e di difficile lettura dai vertici alla coda, una costante che esclude scenari e pronostici nonostante l’ultimo appuntamento infrasettimanale. Chissà che la 40^ giornata non possa fare chiarezza a pochi metri dalla bandiera a scacchi: diamo quindi uno sguardo ad incontri, numeri e curiosità.

Quando e a quali orari si gioca la 40^ giornata della Serie B?

Archiviato il turno infrasettimanale, il programma prende il via sabato alle 15.00 con 9 partite in contemporanea. Si prosegue domenica alle 17.30 con Cesena-Parma, sfida delicata per gli uomini di D’Aversa in pole position per la promozione diretta già centrata dall’Empoli che chiude lunedì alle 20.30 contro la Cremonese.

Dove si gioca il big match di giornata?

Un weekend ricco di incroci salvezza e appuntamenti playoff, sfide quest’ultime che riservano Bari-Perugia e Venezia-Foggia ovvero l’ultima chance rossonera per avvicinare l’8° posto. Chi ha già salutato la post-season è piuttosto il Carpi, finalista un anno fa agli spareggi promozione concessi al Benevento: prima dell’epilogo, tuttavia, l’allora squadra di Castori estromise il Frosinone espugnando il Matusa in 9 uomini contro 11. Una beffa indimenticata in Ciociaria che attende la rivincita al "Benito Stirpe", nuova casa della banda Longo al 3° posto con un solo punto di ritardo dal Parma. Già salvati all’andata da Mbakogu nell’1-1 finale, gli emiliani non vincono da 7 turni e fanno tappa su un campo violato in stagione solo da Perugia ed Empoli. E pensare che tre anni fa Carpi e Frosinone dominarono la B centrando per la prima volta una clamorosa Serie A.

Quali record può centrare l'Empoli?

Unica formazione dal destino già scritto, la squadra di Andreazzoli affronta gli ultimi impegni del campionato a caccia della storia. Chissà quanto possa aver pesato la festa promozione, d’altronde i toscani hanno impattato 0-0 a Carpi interrompendo a 28 il numero di gare consecutive a segno. Nient’altro che un primato nella Serie B a 22 squadre, vanto azzurro come la striscia d’imbattibilità lunga 25 turni. L’Empoli ha inoltre ritoccato i propri numeri d’oro in categoria con 22 vittorie e 17 partite archiviate segnando almeno tre reti, dati a braccetto con i 44 punti conquistati sia al Castellani sia nel girone di ritorno. A quota 45 centri stagionali, la coppia Caputo-Donnarumma punta il tandem Immobile-Insigne nel Pescara targato 2011/12: si tratta della squadra di Zeman che chiuse la stagione a quota 90 reti, obiettivo della banda Andreazzoli attualmente a 83 gol così come gli 86 punti del Palermo 2013/14. A 270’ dalla fine e con 8 lunghezze di ritardo, i toscani possono ancora tagliare l’ennesimo traguardo di un’annata irripetibile.

Come procede la corsa alla promozione diretta?

Rush finale ad alta tensione in chiave 2° posto, posizione che concede la Serie A bypassando i playoff. A 3 turni dalla fine, infatti, sono quattro le candidate abbracciate in tre punti a partire dal Parma (66) di scena al Manuzzi che sabato assisterà agli impegni delle concorrenti. Detto del Frosinone (65) che riceve il Carpi, chi rischia grosso è il Palermo (64) atteso dalla trasferta a Terni dinanzi agli umbri coinvolti nella bagarre salvezza. In ritardo ma in salute con 4 vittorie di fila c’è il Venezia (63) prossimo all’esame Foggia nel fortino del Penzo. E se fossero proprio i veneti di Inzaghi a regalare l’ennesima sorpresa della stagione? Le ultime fatiche contro Cremonese e Pescara rappresentano il calendario meno ostico tra le iscritte alla promozione diretta. Insomma, la festa è tutta da guadagnare onde evitare la roulette dei playoff.

La griglia playoff prende forma?

Inevitabilmente gli spareggi promozione avranno una fisionomia definitiva appena certificata la seconda ammessa in Serie A, certo è che l’esito di Venezia-Foggia può archiviare le velleità dei pugliesi lontani 5 lunghezze dall’8° posto. In ogni caso la migliore posizione in griglia concede vantaggi nel corso dei playoff, ecco quindi che l’ottimo Cittadella insegue il 4° successo di fila contro il Brescia. Significativo l’incrocio al San Nicola tra Bari e Perugia distanziate da due lunghezze, scontro diretto nonché replay del primo atto che vide Grosso trionfare 3-1 al Curi con la doppietta di Galano curiosamente a segno per l’ultima volta in stagione. Manca invece solo l’aritmetica per l’esclusione del Carpi, bocciatura praticamente incassata dallo Spezia a -9 dal Perugia con la differenza reti a sfavore negli scontri diretti.

Quali novità nella lotta salvezza?

Nessuno ha vinto nella seconda metà della classifica, immobilismo che non mescola le carte nella bagarre per non retrocedere. Se il punto raccolto dalla Salernitana concede serenità agli uomini di Colantuono, dai 46 punti di Brescia e Pescara è vietato dormire sonni tranquilli. È una crisi senza fine quella della Cremonese senza vittorie da 17 gare prima della terribile trasferta ad Empoli, esame esterno analogo agli abruzzesi di Pillon che animano lo scontro diretto contro il Novara a +1 sui playout. La soglia di 41 punti vale infatti gli spareggi salvezza, quota che coinvolge l’Avellino in apnea oltre ad Ascoli ed Entella reduci dall’1-1 nello scontro diretto: la banda Cosmi affronta un’altra sfida cruciale al Del Duca proprio contro i campani, mentre i liguri di Aglietti fanno tappa all’Arechi. Cesena attualmente salvo e reduce da 3 gare utili prima dello scoglio Parma, ultimo posto invece per la coppia Ternana-Pro Vercelli a pochi passi dal precipizio.

Amarcord e incroci in calendario?

Detto della sfida infinita tra Frosinone e Carpi, il duello significativo per i playoff tra Venezia e Foggia pone il confronto tra Inzaghi e Stroppa accomunati dagli inizi in panchina nelle giovanili del Milan senza mai incrociarsi. Oltre alla presenza degli ex Rispoli e La Gumina, invece, Ternana-Palermo sancisce la reunion tra De Canio e Stellone che da ragazzo alla Lucchese venne guidato proprio dall’allenatore lucano in B, categoria che vide i due ritrovarsi al Napoli 2001/02 con il 5° posto finale. L’antipasto playoff al San Nicola omaggia invece una vecchia conoscenza a Perugia: parliamo di Fabio Grosso, tecnico del Bari nonché terzino in Umbria agli ordini di Cosmi tra il 2001 e il 2004. Turno significativo anche per Riccardo Maniero, attaccante del Novara che affronta il Pescara dove archiviò 36 gol in 101 presenze in due parentesi tra il 2010 e il 2015.

Quali sono le curiosità legate ai numeri?

Significativo il confronto tra reparti offensivi al nuovo "Benito Stirpe": 49 dei 65 punti (pari al 75% del totale) raccolti dal Frosinone arrivano in dote dal parco attaccanti opposto al peggiore della categoria detenuto dal Carpi con 31 centri complessivi (solo 9 segnati in trasferta). Non è un caso che gli emiliani siano la regina in materia di 0-0, punteggio archiviato per 9 volte in campionato. Difese agli opposti sia in Ternana-Palermo (70 e 37 reti al passivo) sia in Venezia-Foggia, 36 e 64 centri concessi dove peserà il fattore Penzo: 8 vittorie in 9 incontri in Laguna per Inzaghi nel 2018, tuttavia i pugliesi vantano la cooperativa del gol con 18 marcatori e lontano da casa hanno raccolto ben 27 punti. Di Carlo a caccia di punti salvezza contro il Pescara, certo è che il Novara vanta un rendimento casalingo striminzito con soli 20 punti raccolti in stagione. Empoli e Cremonese si riscoprono infine agli antipodi per punti, risultati e gol: 44 contro 12 il bottino conquistato nel 2018 a favore dei toscani, 25 gare utili per Andreazzoli e 17 partite senza gioie per la 'Cremo', 22 vittorie totali azzurre contro le 8 dei grigiorossi che non festeggiano in trasferta da inizio novembre. E il saldo realizzativo dell’Empoli praticamente doppia quello degli avversari, 83 gol da una parte e 42 dall’altra.

Chi è stato il protagonista dell’ultimo turno?

Turno infrasettimanale privo di giocatori dalle marcature multiple, tuttavia non sono mancate prodezze dalla bomba di Bartolomei alla prodezza di Tonucci. Da applausi anche il gol di Gori, autore del provvisorio 1-1 del Frosinone a Brescia prima del guizzo di Camillo Ciano all’ultimo respiro. Indichiamo quindi l’attaccante classe 1990, scuola Napoli e un lungo excursus in B senza la ribalta nella massima serie. Chissà se la sua 14^ rete in campionato, siglata al 95’ al Rigamonti, non possa risultare decisiva per la rincorsa alla promozione della squadra di Longo. Una firma d’astuzia con il piede destro, lui che col sinistro delizia da anni i suoi tifosi da Crotone a Padova, da Avellino a Cesena fino ai ciociari che l’hanno prelevato in estate. Il suo record realizzativo in categoria risponde a 17 centri in Calabria tre stagioni fa, primato a -3 nel torneo che per la prima volta può consegnargli la partecipazione alla Serie A.

Tutta la programmazione Sky in diretta


Frosinone-Carpi (sabato ore 15.00, diretta su Sky Calcio 1 HD)

Ternana-Palermo (sabato ore 15.00, diretta su Sky Calcio 3 HD)

Venezia-Foggia (sabato ore 15.00, diretta su Sky Calcio 4 HD)

Bari-Perugia (sabato ore 15.00, diretta su Sky Calcio 2 HD)

Cittadella-Brescia (sabato ore 15.00, diretta su Sky Calcio 8 HD)

Spezia-Pro Vercelli (sabato ore 15.00, diretta su Sky Calcio 6 HD)

Salernitana-Virtus Entella (sabato ore 15.00, diretta su Sky Calcio 7 HD)

Novara-Pescara (sabato ore 15.00, diretta su Sky Calcio 5 HD)

Ascoli-Avellino (sabato ore 15.00, diretta su Sky Calcio 9 HD)

Cesena-Parma (domenica ore 17.30, diretta su Sky Calcio 3 HD)

Empoli-Cremonese (lunedì ore 20.30, diretta su Sky Calcio 1 HD)

I gol della Serie B 2017-2018

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi