Ternana, lavoro in palestra per Montalto. Paolucci sottoposto a risonanza magnetica

Serie B

L'attaccante della Ternana ha svolto una leggera seduta di corsa e allenamento in palestra, Andrea Paolucci invece è stato sottoposto a risonanza magnetica per valutare l’entità della distorsione al ginocchio destro riportata nel corso della gara con il Palermo

CLICCA QUI PER LA CLASSIFICA DI SERIE B

CLICCA QUI PER TUTTI GLI HIGHLIGHTS

Il ko subito contro il Palermo brucia eccome in casa Ternana, tornata oggi a lavorare per preparare il match con la Pro Vercelli. Le speranze di salvezza sono ormai ridotte al lumicino, ma i rossoverdi non hanno nessuna voglia di arrendersi nonostante i numerosi infortuni che stanno decimando la squadra di Gigi De Canio. L’ultimo ad alzare bandiera bianca è Andrea Paolucci, vittima di una distorsione al ginocchio nella gara con il Palermo. Questo il report pubblicato oggi dalla Ternana sul proprio sito ufficiale: 'Sono ripresi stamattina al Liberati gli allenamenti della Ternana Unicusano che sabato prossimo sarà impegnata allo stadio “Silvio Piola” di Vercelli. E’ ai box Andrea Paolucci che nel tardo pomeriggio sarà sottoposto a risonanza magnetica per valutare l’entità della distorsione al ginocchio destro riportata nel corso della gara con il Palermo. Fermi anche Mirko Carretta (ferita al tallone del piede destro), Daniele Gasparetto e Adriano Montalto: l’attaccante siciliano prosegue le terapie ed ha svolto una leggera seduta di corsa e allenamento in palestra. Domani la squadra di Gigi De Canio sosterrà una doppia seduta, suddivisa in lavoro in palestra al mattino e sul terreno del Taddei nel pomeriggio'.

Ternana e Pro Vercelli quasi in C

A 180’ dalla fine della stagione regolare prendono forma gli spareggi promozione così come gli equilibri nella lotta per non retrocedere, spauracchio quasi d’attualità per Ternana e Pro Vercelli. Detto degli umbri battuti a domicilio dal Palermo, i piemontesi di Grassadonia escono con le ossa rotte dal Penzo: vince 5-1 lo Spezia con doppiette di Gilardino (6 reti) e Marilungo in doppia cifra, exploit per due annacquato da Paghera prima dell’epilogo calato dal debuttante Awua. Sono 5 le lunghezze di ritardo dal quartultimo posto, obiettivo sempre più lontano per le due pericolanti vincolate all’ultima posizione. A centrare aritmeticamente la salvezza a differenza dell’Entella è invece la Salernitana, vittoriosa 1-0 all’Arechi con il 10° centro personale di Bocalon. Aglietti ribadisce la sterilità di un attacco a segno solo 12 volte nel girone di ritorno e lamenta la terzultima piazza, Colantuono blinda piuttosto l’obiettivo minimo della stagione granata. Terminano infine in parità i due scontri diretti nella parte bassa della classifica a partire da Novara-Pescara, 1-1 il finale con un gol per tempo firmato da Moscati e Valzania. Un punto prezioso per gli abruzzesi di Pillon quasi al sicuro, 7^ gara senza successi invece per gli azzurri di Mimmo Di Carlo a +1 sui playout. Spareggi salvezza che coinvolgono ancora Ascoli e Avellino a quota 42 punti dopo l’1-1 al Del Duca: Pinto replica a Castaldo e allunga la serie utile di Cosmi, allenatore marchigiano che tuttavia bramava i tre punti in occasione del suo 60° compleanno.

I più letti