Frosinone-Palermo, Zamparini: "È stato un incontro illegale, presenteremo ricorso"

Serie B

Arrabbiato ed amareggiato per quanto accaduto durante Frosinone-Palermo, Maurizio Zamparini ha annunciato che la società rosanero presenterà ricorso supportandolo con tutte le prove del caso

FROSINONE-PALERMO: LE DECISIONI DEL GIUDICE SPORTIVO

PALERMO, PRONTO IL RICORSO: LE PAROLE DI GIAMMARVA

FROSINONE-PALERMO: GOL E HIGHLIGHTS

Una finale playoff terminata tra i veleni, con il Frosinone che esulta per la promozione in serie A e il Palermo che si arrabbia e protesta per quanto accaduto nel finale. I rosanero attaccano e il campo si riempie di palloni, un video pizzica anche alcuni giocatori della panchina di Longo che ne lanciano volontariamente alcuni sul terreno di gioco. Una condotta che non è affatto piaciuta alla società siciliana e, in particolare, a Maurizio Zamparini che ha annunciato ricorso. "Abbiamo incaricato i nostri legali di fare ricorso e si supportarlo con tutte le prove. Credo che l'arbitro abbia cambiato la decisione sul rigore perché assediato e intimidito da tutta la squadra avversaria a tal punto da non sanzionare col cartellino rosso chi ha dato la testata a Nestorovski davanti ai suoi occhi” le parole apparse sul sito ufficiale del Palermo. “E' stato un susseguirsi di cose che non hanno niente a che fare con la legalità. E' stato un incontro illegale. Da quel momento in poi l'arbitro ha perso la trebisonda e noi faremo i passi necessari, sperando che il tutto porti ad avere giustizia perché lo spettacolo che ha dato ieri il calcio italiano a Frosinone è stato indecoroso per il comportamento della squadra del Frosinone che addirittura con i suoi giocatori tirava in campo i palloni per fermare l'azione d'attacco".

"Comportamento squallido"

Zamparini poi rincara la dose: "Comportamenti non rilevati, né sanzionati, né dagli arbitri, né dal quarto uomo, né dai guardalinee. Io ho sentito il nostro presidente Giammarva puntualizzare sul fatto ed è veramente avvilente vedere tre persone che dopo un comportamento squallido e antisportivo continuano a tirare fango. Denota la qualità delle persone. In Italia stiamo vivendo questo momento brutto, mi ricordo la partita che abbiamo giocato a Parma e l'arbitro fece la stessa cosa. Di questi episodi ne stanno accadendo troppi nel calcio e io mi auguro che un ente competente o il nuovo Ministro dello Sport, nel quale credo moltissimo, prenda i provvedimenti per aprire un'inchiesta. Non va rivoluzionata solo l'Italia che non funziona ma anche il calcio nella sua illegalità non funziona. Non è più un calcio legale".

Tutti i video di Frosinone-Palermo

I più letti