Chievo-Juve Stabia 2-3: Forte-gol, che rimonta. Sfuma il 2° posto per Marcolini

Serie B
©LaPresse

Va ai campani l'anticipo della 16^ giornata di Serie B, risultato a sorpresa che nega il 2° posto a Marcolini. Avanti 2-0 all'intervallo con i gol di Rigione e Pucciarelli, i veneti incassano la reazione della squadra di Caserta: Addae accorcia di testa, Forte pareggia su rigore contestato dai gialloblù per l'intervento di Vaisanen su Canotto. E lo stesso Forte non sbaglia dal dischetto al 91'. Primo ko casalingo per il Chievo, tre punti d'oro per la Juve Stabia che abbandona il terzultimo posto

CHIEVO-JUVE STABIA 2-3 (rivivi la partita minuto per minuto)

26' Rigione (C), 32' Pucciarelli (C), 49' Addae (J), 76' rig. e 91' rig. Forte (J)

CHIEVO (4-3-1-2): Semper; Dickmann, Vaisanen, Rigione, Cotali; Segre, Obi (10' Esposito), Di Noia; Pucciarelli (87' Rovaglia); Ceter (10' Rodriguez), Meggiorini. All. Marcolini

JUVE STABIA (4-3-3): Russo; Vitiello, Troest, Mezavilla (62' Elia), Addae, Calò, Buchel (53' Mallamo); Bifulco, Forte, Canotto (80' Rossi). All. Caserta

Ammoniti: Buchel (J), Ricci (J), Calò (J), Rodriguez (C), Vaisanen (C), Meggiorini (C), Mallamo (J), Forte (J)
 

Casa, dolce casa? Non proprio. Se il Chievo sogna l’immediato ritorno in A grazie al fattore Bentegodi, chi si prende la scena nell’anticipo della 16^ giornata di Serie B è la Juve Stabia. Primo ko davanti ai propri tifosi per la squadra di Marcolini, beffata in rimonta nonostante il doppio vantaggio all’intervallo. Dopo 4 vittorie casalinghe di fila e un’imbattibilità in categoria che durava addirittura dal 2007, sono i campani ad interrompere la striscia dei gialloblù: tre punti d’oro per gli uomini di Caserta, quartultimi in classifica e dalla splendida reazione nel secondo tempo. Sfuma invece il 2° posto in solitaria per il Chievo, errori e rimpianti in una serata da dimenticare.

La cronaca della gara

Avvio sfortunato per i padroni di casa che, al minuto 10, spendono due cambi inevitabili: problemi muscolari per Ceter e Obi, spazio a Rodriguez ed Esposito. Dopo il botta e risposta Bifulco-Rodriguez, Di Noia non riesce a bissare il gol-partita segnato alla Cremonese. Poco male per Marcolini che passa al 26’: dagli sviluppi di corner la torre di Meggiorini premia la girata di Rigione, 12° marcatore in stagione dei gialloblù. Non sono invece una novità sotto porta né il baby Esposito (a segno contro il Cosenza) né Pucciarelli, autore del raddoppio in acrobazia sull’invito di Rodriguez.


Match dalle due facce come certificato dall’avvio di ripresa, manciata di minuti che permette alla Juve Stabia di tornare in partita con il colpo di testa di Addae dagli sviluppi di calcio d’angolo. Forte di testa spedisce tra le braccia di Semper, dall’altra parte è Meggiorini a sprecare l’ottima iniziativa di Rodriguez. Episodio chiave al minuto 74, quando l’arbitro Di Martino punisce l’intervento di Vaisanen su Canotto in area: il finlandese in scivolata tocca il pallone ma non scongiura il rigore, contestato dal Chievo e trasformato da Forte al 4° centro personale. Ai titoli di coda Meggiorini sfiora il bersaglio, Semper stende invece Rossi regalando il 2° penalty di serata ai campani: lo stesso Forte si ripete e confeziona la clamorosa rimonta di una Juve Stabia da applausi.

SERIE B: SCELTI PER TE