Brescia, Inzaghi: "Stima e fiducia, Cellino mi ha fatto sentire importante"

Brescia

Il nuovo allenatore si è presentato in conferenza stampa: "Convinto dall'entusiasmo del presidente, qui mi sento stimato e apprezzato. Obiettivi? Come ha detto Cellino, prima la salvezza. Ma è normale voler vincere... Mercato? Resterà solo chi mostrerà entusiasmo"

CALCIOMERCATO, TUTTE LE NEWS IN TEMPO REALE

A convincerlo è stato l’entusiasmo e il progetto presentatogli dal presidente Cellino, che ha deciso di affidargli il suo Brescia per le prossime due stagioni (nel contratto è presente l’opzione di rinnovo per altre due stagioni in caso di approdo in Serie A). Pippo Inzaghi si dimostra già carico e spiega le ragioni della sua scelta: "Mi ha convinto l'entusiasmo del presidente che fin dal primo incontro che abbiamo avuto mi ha fatto sentire importante. Brescia è sempre stata una piazza che mi ha impressionato in positivo, avevo bisogno di un progetto che avesse razionalità e convinzione. Serie B? Non mi interessa la categoria, per è importante sentire stima, fiducia e condividere gli stessi programmi con la società. Quando è così riesco a dare il meglio. Chi fa questo mestiere vuole vincere, ma sappiamo tutti le difficoltà che incontreremo. Aver già vinto un campionato non è sinonimo di vittoria", ha ammesso il nuovo allenatore del Brescia durante la conferenza stampa di presentazione.

"Chi non ha entusiasmo andrà via"

leggi anche

La Serie B su Sky per il triennio 2021/2024

L’ex allenatore del Benevento ha poi aggiunto: "Tanti mi hanno chiesto perché non sono rimasto in Serie A. La prima cosa che mi ha detto il presidente è stata quella di mantenere la categoria; questo vuol dire capire di calcio, avere uno spesso diverso. Poi è normale che tutti noi vogliamo fare bene", ha aggiunto Inzaghi. “Non ne faccio un problema di categoria, ma una questione di voglia. Per me la Serie C o la Serie B sono come la Champions. Da piccolo venivo qui per vedere le gare di Serie A, mi entusiasma davvero molto esserci tornato da allenatore. Non faccio proclami, ma tutti vogliamo fare il massimo e far crescere i giocatori", le parole dell’allenatore del Brescia. Cha valuta così l’attuale rosa: "Abbiamo un'ottima base, siamo una squadra giovane e questo è importante.  Cessioni? Chi non ha entusiasmo non rimarrà, restare qui dovrà essere un motivo d’orgoglio. Con me chi non si allena bene non gioca, bisogna guadagnarsi tutto sul campo. Ai tifosi dico che daremo il massimo e non ci daremo mai per vinti", ha concluso Inzaghi.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche