Monza, Stroppa si presenta: "Legato al club, obiettivo Serie A ma non sarà semplice"

Serie B
Foto Buzzi

Giornata di presentazione per il nuovo allenatore del Monza: "Torno in un posto a me caro. Ci sono tutte le componenti per far bene ma non sarà un campionato semplice. Obiettivi? Dovremo inseguire la promozione". E Galliani rivela un retroscena: "Ho convinto il mister mentre stava per firmare con un club di A"

SERIE B 2021/22, IL CALENDARIO COMPLETO

"Torno in un posto a me caro: spero di dimostrare di meritare fiducia con il bel gioco e ottenere i risultati che vogliamo". Giovanni Stroppa si presenta con queste parole da nuovo allenatore del Monza. "Un ringraziamento particolare a Berlusconi, Galliani e Antonelli che mi hanno scelto - sono le parole dell'ex allenatore del Crotone  - mi hanno spiegato che sono stato scelto per quello che ho dimostrato". Per Stroppa è un ritorno: da calciatore, aveva vestito la maglia del Monza per due stagioni, dal 1987 al 1989, esordendo tra i professionisti e giocando in Serie C1 e in Serie B. 

"Obiettivo promozione, ma la B è molto complicata"

approfondimento

La situazione delle panchine di Serie B

"La scelta non è stata semplice, ma ci sono tutte le componenti per far bene" ammette Stroppa. Che si mostra certo di un aspetto: "Porterò la mia idea di gioco. Galliani ha detto che sono stato scelto per quello che ho dimostrato". Con la consapevolezza dell'obiettivo Serie A: "Non potremo fare altro che inseguire la promozione. Sappiamo il campionato che ci aspetterà. Molti lo descrivono come una A2, non sarà semplice. Abbiamo l’esperienza e le capacità per poter andare dritti per la nostra strada. Non so se sarà un percorso netto, la Serie B è sempre difficile". Le aspettative sono alte: "La squadra qui è competitiva, è arrivata terza lo scorso anno - spiega Stroppa - miglioreremo. La capacità di farlo sta nella mentalità".

Galliani: "Stava per firmare con un club di A"

Ad attestare la convinzione di Stroppa nel progetto Monza, anche l'ad del Monza Adriano Galliani, che lo ha accompagnato in conferenza rivelando che "stava per firmare con un club di Serie A, l’ho ringraziato perché ha scelto con il cuore. Monza è nel suo destino. È una storia lunghissima di affetto e di amore. Si tratta di un vincente, ha vinto la C con il Foggia, ha vinto in B con il Crotone. L’annata è stata molto positiva, tutti conoscono le nostre ambizioni - prosegue Galliani - abbiamo vinto la C e sfiorato la A". Obiettivo da inseguire con Stroppa, che prende il posto di Brocchi: "Gli voglio bene e so che non è stato amatissimo, ma voglio ringraziarlo e spezzare una lancia a suo favore, senza dare colpe specifiche. La colpa può essere della società, dei giocatori, di un palo, di un dettaglio".  

Giovanni Stroppa in conferenza insieme all'ad del Monza Adriano Galliani - Foto Buzzi

"Mercato difficile, tutti vogliono cedere"

leggi anche

Calciomercato, tutte le notizie di lunedì 5 luglio

Spazio anche per il calciomercato: "Prematuro parlarne, è una situazione molto complessa" assicura Stroppa. Tesi confermata da Galliani: "Quest’anno tutti vogliono cedere giocatori e nessuno vuole acquistare. Si tratta di un mercato molto difficile. Il problema in Italia è che tutte le società hanno troppi giocatori, anche noi. In questo momento è come se avessimo tre squadre a disposizione". 

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche