Portanova convocato per Genoa-Sudtirol dopo la condanna per stupro: va in tribuna

Serie B
©Ansa

Il centrocampista del Genoa, inserito nella lista dei convocati e in tribuna per la gara col Sudtirol. Due giorni fa era stato condannato in primo grado a 6 anni di reclusione per violenza sessuale di gruppo

GENOA-SUDTIROL E TUTTA LA B LIVE

Manolo Portanova è stato inserito tra i convocati per la partita Genoa-Sudtirol e successivamente mandato in tribuna dal nuovo allenatore dei rossoblù, Alberto Gilardino, in accordo con la società. Il centrocampista martedì scorso era stato condannato in primo grado a sei anni di reclusione per violenza sessuale di gruppo avvenuta a Siena nella notte tra il 30 e 31 maggio 2021. Portanova, acquistato dal club ligure nel gennaio 2021 per 12 milioni dalla Juve, ha giocato 27 volte in Serie A nel suo primo anno e mezzo a Marassi. In questa stagione ha raccolto 12 presenze e segnato un gol, nella prima giornata contro il Venezia.

La sentenza di primo grado

approfondimento

Sei anni a Manolo Portanova per violenza sessuale

Martedì 6 dicembre il tribunale di Siena ha condannato in primo grado, dopo rito abbreviato, Portanova a 6 anni di reclusione per violenza sessuale di gruppo ai danni di una studentessa in un appartamento del centro storico della città toscana, fatti avvenuti nella notte tra il 30 e il 31 maggio 2021. Al calciatore è stato anche comminato una provvisionale di 100.000 euro a favore della ragazza di cui avrebbe abusato, di altri 20.000 euro alla madre della stessa giovane e ulteriori 10.000 euro all'associazione senese 'Donna chiama Donna' costituitasi parte civile.

Ma era proprio necessario convocarlo?

Ribadendo che in Italia esiste la presunzione di innocenza e che un imputato è colpevole in via definitiva al terzo grado di giudizio, qui ci troviamo di fronte a una condanna in primo grado per un reato grave, che certamente investe anche la sfera morale. Restando nell’ambito della legge, ci chiediamo però cosa può fare il Genoa, e forse cosa dovrebbe fare. Non può e non è giusto che lo licenzi, ad esempio, sia per quanto scritto poco fa, sia per tutelarsi da cause per danni (di immagine e non) che Portanova potrebbe intentare se venisse giudicato innocente nei prossimi gradi di giudizio. Quello che da osservatori però ci sentiamo di dire, è:

  • era proprio necessario convocarlo, come se non fosse successo nulla?
  • è possibile che dalla società non sia stato ancora spiegato nulla, che non sia stata detta una parola?

Va bene non esporsi a cause, ma almeno una sospensione dalle convocazioni, pur continuando a pagare lo stipendio come doveroso, sarebbe stata la soluzione migliore rispetto all’assurda scelta di convocarlo.

Gilardino: "Portanova? Non si è allenato"

"Portanova? Sinceramente mi occupo dell'aspetto tecnico e Manolo in questi giorni non si è allenato. Ho voluto portarlo nel gruppo a pranzo e a cena ed è stato con noi e basta". Così Alberto Gilardino, neo tecnico del Genoa oggi all'esordio, ha parlato in conferenza stampa a proposito del caso Portanova. Il centrocampista ha assistito alla partita col Sudtirol dalla tribuna. Dal club, intanto, prosegue il silenzio sulla vicenda.