Parma, Di Cesare: "Punti più utili del bel gioco"

Serie C - Lega Pro
parma_allenamento_parmacalcio1913

Il difensore gialloblù, arrivato in Emilia nell’ultima finestra di mercato, ha parlato così in conferenza stampa: "Avendo alcuni giocatori nuovi a questa squadra serve del tempo. In campionato tutte le partite sono complicate e i punti valgono tantissimo"

Tra l’Albinoleffe e la Sambenedettese. Il Parma continua a lavorare dopo i successo dell’ultimo turno e prepara il match in programma domenica alle 14:30 al Tardini. Nell’ultima partita c’è stato anche l’esordio di Valerio Di Cesare, arrivato in Emilia nella finestra di mercato invernale e protagonista della conferenza di metà settimana. Il difensore ha parlato così delle prime sensazione provate in campo con il nuovo gruppo e delle aspettative. "L’esordio è andato abbastanza bene - ha detto - poi abbiamo vinto ed era questo l’importante. Non è stato facile, ma erano importanti i tre punti. L’AlbinoLeffe era organizzato e ci veniva a prendere alti ma noi ci siamo difesi bene e abbiamo portato a casa il risultato. Non so quanto tempo serva per trovare l’amalgama con l’innesto di noi nuovi giocatori. È normale, però, che avendo alcuni giocatori nuovi serva del tempo e poi dipende anche dall’avversario: squadre come quella di domenica ti rendono la vita difficile. Sono tutte partite complicate in cui i punti valgono tantissimo".

In vista del prossimo impegno, il calciatore ha poi aggiunto: "Che sia la Sambenedettese o l’ultima in classifica è la stessa cosa. Sono sempre gare complicate ma ho visto un Parma concentrato e questo secondo me è un aspetto fondamentale in questa categoria. Ora non conta tanto il bel gioco ma servono punti. E’ normale poi che se si riesce a giocare un po’ meglio va bene. Noi dobbiamo pensare solo a noi stessi ma se il Venezia fa un passo falso è ovvio che siamo contenti. Con Lucarelli mi sono trovato benissimo, è facile giocare con uno come lui. Se siamo quelli di domenica a livello di atteggiamento faremo tanti punti. La Lega Pro non la conoscevo ma già contro il Pordenone ho visto che le squadre sono organizzate e ti mettono in difficoltà. La qualità non sarà la stessa della Serie B, ma con la corsa e l’atteggiamento la competizione è tanta e le cose sono complicate. Pronti per la B? Prima andiamoci, poi vediamo. Non conosco le altre squadre, ho visto il Pordenone e mi è piaciuta perché credo che potrebbe stare benissimo in B, potrebbe giocarsela alla grande. Noi dobbiamo pensare a vincere e basta, se il Venezia poi perde qualche punto ci fa piacere ma affrontiamo il tutto giornata dopo giornata, senza fare tabelle".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.