Lecce, testa al Padova: a fine gara la premiazione per la vittoria del campionato

Serie C

Continua la preparazione della squadra in vista dell'ultimo impegno stagionale contro il Padova: al termine della gara che decreterà la formazione vincitrice della Supercoppa, i giallorossi verranno premiati per la vittoria del campionato

La sconfitta contro il Livorno in Supercoppa di Lega Pro, adesso il Lecce si prepara ad affrontare l'ultimo impegno della stagione: la gara contro il Padova in programma sabato alle ore 18 al Via del Mare nella terza giornata di Supercoppa, chiuderà infatti la stagione 2017/2018. L'annata del tanto atteso ritorno in Serie B dopo sei anni di assenza. Prima delle meritate vacanze però ci sarà da chiudere al meglio con la gara contro il Padova: la squadra ha ripreso nei giorni scorsi ad allenarsi, con Fabio Liverani che dovrà valutare le condizioni di Pacilli, Lepore e Caturano che nell'allenamento di ieri non hanno preso parte alla seduta. Lecce che si ritroverà questo pomeriggio alle ore 17 al Via del Mare per una nuova sessione di lavoro.

Lecce a caccia dell'impresa

La gara contro il Padova valevole per il terzo turno di Supercoppa Lega Pro, poi tutti in vacanza: prima però ancora spazio per festeggiare la vittoria del campionato. Dopo il triplice fischio della gara del Via del Mare, infatti, i vertici della Lega Pro premieranno i vincitori della Supercoppa (per conquistare la competizione la squadra di Liverani dovrà battere il Padova con quattro gol di scarto) e inoltre si terrà il cerimoniale – verranno consegnate coppe e medaglie – che celebrerà la vittoria del Girone C di Serie C da parte del Lecce.

Rientra Armellino

Nella gara contro il Padova Fabio Liverani potrà nuovamente contare su Armellino, assente contro il Livorno per squalifica. "Vincere la Supercoppa sarà difficile, ma ci proveremo", le parole del centrocampista giallorosso in conferenza stampa. Armellino ha poi aggiunto: "La Serie B l'ho già disputata, anche se è passato diverso tempo. Quello che penso è che il nostro gruppo potrebbe giocarsela tranquillamente, la rosa ha dei valori importanti, poi la società saprà come intervenire. La differenza principale tra serie C e B sta nel differente tasso tecnico e nel fatto che il numero di gare da disputare è maggiore", ha concluso.

I più letti